A- A+
Milano
Federated Innovation @MIND: nuovi sviluppi per l’area Construction Tech
Tommaso Boralevi, Presidente di Federated Innovation @MIND

Federated Innovation @MIND: nuovi sviluppi per l’area tematica Construction Tech

Ideare e sviluppare progetti nel settore delle costruzioni che abbiano l'obiettivo di migliorare la sostenibilità, le condizioni di lavoro, aumentare l'efficienza, la salute e la sicurezza grazie all’applicazione della tecnologia. Questa è la missione di Construction Tech, una delle 11 aree tematiche di Federated Innovation @MIND – il modello collaborativo pubblico-privato nato nel 2021 all’interno di MIND e promosso da Lendlease con il contributo di Cariplo Factory.

Dopo il primo anno di lavoro, oggi l’area delinea i progetti che proseguiranno nel corso del 2023: le iniziative “Perception of Timber” e “Modular prefab construction systems” permetteranno alle 5 aziende che collaborano all’interno dell’area di raccogliere i primi risultati di un lavoro costruito intorno ai tre assi strategici dell’agenda d’innovazione: da un lato, sviluppare progetti che tengano conto dei principi ESG, che riducano i rischi di trasporto e le emissioni di carbonio, attraverso la combinazione di più materiali (ad es. calcestruzzo, legno, acciaio, aggregati riciclati). Dall’altro, ideare iniziative volte a incrementare l’utilizzo di strumenti digitali nella progettazione edilizia al fine di migliorare la qualità, i tempi di costruzione, la sicurezza e l'economicità. Infine, promuovere l’utilizzo di un nuovo approccio alle costruzioni focalizzando l'attenzione sui bisogni delle persone e non solo sulle esigenze del mercato.

L’area Construction Tech di Mind

L’area Construction Tech è quindi strategica all’interno dell’ecosistema dell’innovazione italiano, perché indirizza l’impegno del gruppo internazionale di real estate Lendlease e delle primarie aziende italiane e internazionali – Mapei, Lendlease Podium, Saint-Gobain Italia, Wood Beton e Würth Italia – verso una reale innovazione che può avere un altissimo impatto positivo nel settore delle costruzioni. Le iniziative “Perception of Timber” e “Modular prefab construction systems” sono nel concreto alcuni dei progetti che hanno preso vita nell’ambito di quest’area, che proseguiranno anche nel corso del 2023 e che verranno affiancati da altre iniziative che completeranno il programma annuale dell’area tematica.

Würth Italia rappresenta un nuovo ingresso nell’area: è la filiale italiana del gruppo globale Würth, leader mondiale nello sviluppo, produzione e vendita di materiali di fissaggio e assemblaggio.

Il progetto Perception of Timber

Promosso da Lendlease, Waugh and Thistleton Architects (WTA), Politecnico di Milano Climate KIC (CKIC) e dalla rete “Built by Nature” (un’organizzazione nata con la missione di accelerare la trasformazione degli edifici in legno in Europa), l’iniziativa si pone l’obiettivo di superare gli ostacoli esistenti oggi nell'adozione del legno nelle opere strutturali in Italia. Nello specifico, l'iniziativa "Perceptions of Timber" utilizza un prototipo fisico di una struttura in legno a più piani all’interno di MIND. Sono stati condotti numerosi workshop e attività di collaborazione per interagire con l'industria ed è stato creato “il Timber Perception Lab”, che ha lo scopo di promuovere la collaborazione e la condivisione delle conoscenze al fine di superare le barriere incontrate dalle costruzioni in legno.

Il progetto Modular prefab construction systems

Il progetto “Modular prefab construction systems” è promosso da Mapei, Stora Enso, Lendlease Podium, Wood Beton, Saint-Gobain Italia con l’obiettivo di minimizzare l'impatto ambientale delle costruzioni, attraverso la creazione di soluzioni tecniche miste per l'edilizia, basate su prefabbricazione, modularità, digitalizzazione, economia circolare. In questo contesto sono stati proposti dei prototipi di elementi ibridi prefabbricati per solai strutturali che combinano in maniera innovativa legno e calcestruzzo di ultima generazione, prodotti con attenzione alla sostenibilità ambientale. Il prodotto “solaio” è la prima tessera di un progetto che mira alla creazione di un kit di elementi tecnici atti a realizzare un edificio completo. Il passo successivo, auspicabilmente con partenza nel 2023, sarà quello di affrontare la progettazione di un sistema di facciata, mantenendo le linee guida che hanno guidato la ricerca sino ad oggi: modularità, sostenibilità, economia circolare, digitalizzazione, sicurezza in cantiere, applicazione di materiali innovativi o di loro innovative combinazioni. Infatti, una particolare attenzione è data all’utilizzo di materiali certificati e costantemente tracciati attraverso il sistema Track & Trace.

Plizzari: "Nel 2023 porteremo ulteriormente avanti la ricerca applicata e la collaborazione con Lendlease e progettisti"

“L'area tematica ha concentrato le attività sulla scelta dei materiali, il risparmio di risorse naturali, la modularità e la prefabbricazione per la realizzazione di strutture sostenibili nell'ambito del modello “collaborate-to-compete” che porta le imprese a cooperare per creare innovazione – dichiara Giovanni Plizzari, Ambassador dell’area tematica Construction Tech di Federated Innovation @MIND. – Sulla base di questo modello, nel 2023 porteremo ulteriormente avanti la ricerca applicata e la collaborazione con Lendlease e i progettisti al fine di trasformare le idee del Team in proposte concrete per MIND.”

Boralevi: "Construction Tech, progetti con un altissimo potenziale"

“Tra le molte iniziative che hanno preso vita all’interno della Federated Innovation @MIND sicuramente il lavoro che sta svolgendo l’area Construction Tech merita una menzione particolare – aggiunge Tommaso Boralevi, Presidente di Federated Innovation @MIND. – Infatti, i progetti Perception of Timber e Modular prefab construction systems hanno un altissimo potenziale di costituire dei game changer nell’industria delle costruzioni del nostro Paese, tanto in termini di efficienza e sicurezza, quanto in termini di sostenibilità. In particolare, l’iniziativa Perception of Timber dimostra come il distretto di MIND sia terreno comune per affrontare le sfide del futuro e condividere le conoscenze, attraverso un approccio collaborativo tra i vari attori. Modular prefab construction systems concretizza invece una soluzione altamente tecnica e scalabile a livello internazionale, messa a terra in tempi notevolmente più rapidi rispetto alla media dei processi innovativi, grazie al lavoro congiunto di più aziende.”

Iscriviti alla newsletter
Tags:
construction techfederated innovationmind






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.