A- A+
Milano
Fiera Milano, al via collaborazione con Euipo
Fiera Milano

Fiera Milano, al via collaborazione con Euipo

Il commercio di prodotti contraffatti costituisce uno dei più rilevanti fenomeni criminali con cui devono confrontarsi le aziende e, in particolare, chi investe in creatività, innovazione e ricerca. Per questo motivo Fiera Milano collaborerà con EUIPO (Agenzia europea in ambito di proprietà intellettuale) al fine di sensibilizzare le aziende espositrici sul tema della proprietà intellettuale. Fiera Milano sceglie così di diventare attore protagonista impegnandosi in prima persona poiché consapevoli che le fiere, da sempre, sono ritenute piattaforme privilegiate per la Ricerca&Sviluppo, per l’innovazione e per il lancio di nuovi prodotti. In particolare, start-up e PMI rappresentano la maggior parte degli espositori all’interno delle fiere in Europa. Così facendo Fiera Milano darà inoltre applicazione, per la prima volta nel contesto fieristico nazionale e in Europa, all’accordo siglato nel giugno 2022 tra EUIPO, EMECA, l’associazione europea dei grandi centri fieristici ed UFI, l’associazione globale dell’industria fieristica che prevede che l’agenzia europea della tutela della proprietà intellettuale offra la propria esperienza attraverso attività di comunicazione, webinar e sensibilizzazione al fine di educare sempre più gli attori coinvolti e portare una maggiore comprensione dei motivi per i quali è fondamentale proteggere la propria proprietà intellettuale. EUIPO ha messo, infatti, a disposizione dei membri di EMECA e UFI, materiale informativo e divulgativo (video, brochure, link diretto sui siti internet di prodotto) per contribuire a sensibilizzare le aziende sul tema della proprietà intellettuale, in particolare promuovendo il Fondo dedicato alle PMI, del valore di 27,1 milioni di euro, volto a supportare finanziariamente le imprese europee interessate a registrare i propri marchi, disegni e brevetti a livello nazionale, europeo ed internazionale.

Questa iniziativa è sostenuta dalla Commissione europea in cooperazione con gli uffici nazionali e regionali di proprietà intellettuale dell’UE (per maggiori informazioni sul Fondo: https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/online-services/sme-fund). “In Fiera Milano, ogni anno, transitano circa 36.000 aziende che ospitiamo nei nostri spazi espositivi”, afferma Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano. “Si tratta di un patrimonio industriale e culturale che va tutelato e difeso per garantire la competitività e la riconoscibilità del made in Italy nel mondo. Queste azioni avvalorano ulteriormente una serie di servizi che offriamo ai nostri espositori, tra cui la possibilità di usufruire di un apposito Servizio di Proprietà Intellettuale, sportello di tutela rapido ed efficace, che consente un intervento immediato a tutela dei diritti di proprietà intellettuale lesi o minacciati nel corso di un evento”. “Le iniziative come quella promossa in Fiera Milano”, ha dichiarato Valentino Valentini, viceministro delle Imprese e del Made in Italy, “sono fondamentali per dare nuove opportunità di informazione e di supporto alle nostre PMI sulla tutela della proprietà intellettuale come strumento di innovazione e di competitività. In aggiunta a questi strumenti, al Mimit stiamo sviluppando una serie di strumenti tecnologici per potenziare l’attività di anticontraffazione e tracciabilità, quali smart label e blockchain”.

A livello nazionale, in Italia, opera l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che è da sempre al fianco delle imprese e dei centri di ricerca nazionali. Ad inizio 2022, UIBM e CFI (Comitato Fiere Industria - Associazione degli Organizzatori di fiere dedicate ai settori industriali) hanno siglato un accordo con l’obiettivo di portare all'attenzione delle imprese presenti alle manifestazioni fieristiche i temi della valorizzazione e tutela dei diritti di proprietà industriale nonché l'importanza e le problematiche del fenomeno della contraffazione. “EMECA insieme a UFI e tramite l'EEIA (The European Exhibition Industry Alliance), segue da anni tutte le discussioni in ambito di protezione intellettuale a livello Europeo” ricorda Barbara Weizsäcker, Segretario Generale di EMECA. “E siamo lieti quando da queste discussioni scaturiscono azioni concrete a beneficio delle aziende che prendono parte alle nostre fiere. L’iniziativa con EUIPO conferma l’impegno delle fiere a sostenere e tutelare i diritti di proprietà intellettuale dei propri espositori. In aggiunta al certificato di priorità di esposizione, questa iniziativa rappresenta un altro passo importante per rafforzare il ruolo della fiera come palcoscenico di scambi commerciali e intellettuali protetti, in cui le innovazioni possano trovare terreno di valorizzazione e sviluppo. Per questo viene sempre mantenuta una diretta linea di comunicazione con gli uffici dei brevetti nazionali competenti e con l’EUIPO e siamo orgogliosi di facilitare sempre più azioni di collaborazione tra gli attori rilevanti come avviene con questa iniziativa concreta oggi a Milano".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fiera milano







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.