A- A+
Milano
Giunta lombarda, Roggiani (Pd): "Peggio non si poteva. Solo cinque donne"

Giunta lombarda, Roggiani (Pd): "Peggio non si poteva. Solo cinque donne"

“Peggio non potevano fare. Per giorni abbiamo assistito al teatrino tutto romano sulla scelta dei componenti della nuova Giunta Fontana. Il risultato è imbarazzante. L’otto marzo si sono riempiti la bocca di belle parole, ma nei fatti? Nella Giunta, contando Fontana, le donne sono solo cinque su diciassette. Per non parlare delle tante scelte pessime, a partire dalla riconferma di La Russa, come dimenticare i suoi saluti fascisti per strada”. Lo scrive su Facebook la deputata e segretaria del Pd Milano Silvia Roggiani.

Roggiani: "Hanno pizzato i più fedeli. Noi vogliamo un'altra Lombardia" 

“Più che lavorare perché agli assessorati fossero messi i migliori, pare che abbiano messo i più fedeli a Lega e Fratelli d’Italia. Da tutto questo emerge sicuramente una cosa: la loro incoerenza, millantano l’autonomia poi si legano a Roma. Noi vogliamo un’altra Lombardia. La nostra opposizione sarà intransigente”, conclude.

Moratti: "Fontana ha presentato una giunta debole"

"Quella presentata stamane da Attilio Fontana appare una giunta debole, e nella sua composizione appare evidente la mancanza di coraggio, di slancio, di capacità di sprigionare una visione di futuro per la Lombardia". Lo afferma l'ex candidata presidente alle recenti regionali, Letizia Moratti, che ha sfidato con il sostegno del Terzo Polo il suo ex presidente di giunta, Attilio Fontana. Moratti dice di "restare in attesa dei provvedimenti concreti che dovranno essere presi nell'interesse della Lombardia e dei suoi cittadini", tuttavia per l'ex vicepresidente "l'idea politica che traspare da questa giunta sembra volta alla mera gestione dell'amministrazione corrente, più che alla ricerca di competenza e valorizzazione del merito".

Moratti: "Il mio gruppo farà una opposizione costruttiva"

Moratti annuncia comunque battaglia politica: "Il mio gruppo in Consiglio Regionale proporrà, nell'interesse dei cittadini lombardi, un'opposizione costruttiva per dare risposte concrete ai nostri territori", afferma l'ex sindaco di Milano. "Saremo non solo attenti osservatori, ma anche interlocutori puntuali e propositivi nell'indicare soluzioni adeguate per il recupero delle liste d'attesa (attraverso la revisione dell'intramoenia e il completamento della riforma sanitaria da me avviata), per il problema dei trasporti e delle infrastrutture, in particolare riguardo alla criticità del servizio di Trenord, per sostenere crescita e formazione", ma anche "per la valorizzazione di cultura e territorio".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giuntapdregione lombardiaroggiani







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.