A- A+
Milano
Hub Muggiò, Bertolaso: "Fa schifo". Fermi: "Parole inopportune"

Hub Muggiò, Bertolaso: "Fa schifo". Fermi: "Parole inopportune"

"Ho riscontrato con dispiacere, rammarico e disgusto le parole del coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia Guido Bertolaso" che "ha parlato dell'area di Muggio', individuata e approvata dalla stessa Regione per realizzare l'hub vaccinale, come di un luogo "che faceva semplicemente schifo". Lo scrive, in una nota, Elena Negretti, Assessore alla Protezione civile e Sicurezza del Comune di Como. "Ritengo queste dichiarazioni inaccettabili nel merito e nei toni, dopo che il nostro Comune, con il necessario coinvolgimento di personale, si e' ampiamente speso - dice ancora l'assessore - per predisporre quell'area, e le ritengo soprattutto irrispettose nei confronti dei cittadini, a partire dai quelli piu' anziani e piu' fragili, che hanno la necessita' e la speranza di poter essere vaccinati presto e con poche complicazioni". "L'area di Muggio' non era stata scelta perche' bella e panoramica, ma perche' - spiega Negretti - si trova fuori dal centro, su una direttrice principale, e' collegata con le linee di trasporto pubblico, e garantisce parcheggi sufficienti a una campagna vaccinale massiva. Ammesso e non concesso che il coordinatore regionale riuscira' a vaccinare fino a 20 mila persone al giorno nella sede prescelta, ricordo che Villa Erba, certamente incantevole e degna delle bellezze di Como, come ha indicato Bertolaso tra le priorita' per le vaccinazioni, si trova lungo una strada statale di antiche origini, in una zona densamente urbanizzata e con minimale dotazione di parcheggi".

Come riporta l'ANSA, la bocciatura dell'hub vaccinale lariano di Muggio', da parte di Bertolaso ha provocato una reazione stizzita da parte delle istituzioni del territorio e della minoranza in Regione Lombardia. "Incomprensibili le motivazioni che Bertolaso ha dato sulla bocciatura dell'hub di Muggio' ritenuto sporco e inidoneo. In quell'area doveva sorgere una tensostruttura che, ad oggi, non e' ancora stata posata. Non si comprende che cosa abbia visto. L'area era in fase di risistemazione e il giudizio mi sembra non poggi su reali elementi di criticita'" spiega il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Raffaele Erba. "Piuttosto si e' preferito far ricadere la scelta su Villa Erba, struttura che presentava elevatissimi costi, cinque volte superiori a quelli di Lariofiere. Vero che verranno rivisti ma attendiamo maggiori certezze sulle cifre" aggiunge il pentastellato. A cercare di ricucire lo strappo tra Bertolaso e i comaschi, il sottosegretario con delega ai rapporti con il consiglio di Regione Lombardia, Fabrizio Turba, che spiega: "Oggi e' il momento dell'unita' e della leale collaborazione istituzionale perche' abbiamo da sconfiggere l'unico grande nemico, il maledetto virus. E' proprio adesso che serve un ulteriore sacrificio da parte di tutti, perche' c'e' l'assoluta necessita' di vaccinare il piu' alto numero di persone nel minor tempo possibile. Proprio per questo e' importante avere un hub immediatamente disponibile, come sara' quello di Villa Erba pronto molto probabilmente gia' dai primi giorni di aprile, cosi' da poter mettere in sicurezza i cittadini Comaschi. In Regione Lombardia siamo concentrati per raggiungere questo importante obiettivo; con la stessa determinazione e impegno i nostri sindaci ogni giorno si stanno prodigando per sostenere i loro concittadini. Uniti sono sicuro che ce la faremo".

Vaccino: Fermi, parole Bertolaso su centro Como inopportune 

"Sono rimasto stupito dalle parole pronunciate questa mattina da Guido Bertolaso, che ritengo sbagliate nei toni e inopportune nella tempistica". Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi commenta le dure critiche di Bertolaso sul centro vaccini di Como. "Come tutti ben sanno - aggiunge - , ho sempre sostenuto che la soluzione di realizzare il centro vaccinale comasco a Villa Erba fosse la soluzione migliore e piu' funzionale, non certo per la bellezza della location, ma per il fatto di non avere necessita' di altri interventi se non quelli necessari all'allestimento delle linee vaccinali. Mi dispiace che tale decisione non abbia trovato subito attuazione, probabilmente anche per colpa di polemiche superficiali sollevate da alcuni rispetto a costi che erano ancora da approfondire e da discutere". "Cio' detto, credo che ai cittadini di queste polemiche interessi ben poco - continua fermi - e che importi soltanto di essere vaccinati! Dedichiamo pertanto le nostre energie a trovare soluzioni ai problemi: oggi, ad esempio, in collaborazione con il Presidente dell'ANCI Mauro Guerra e il Direttore Generale dell'ASST Lariana Fabio Banfi abbiamo studiato un sistema che possa consentire ai Sindaci di segnalare eventuali disservizi relativi al luogo indicato per la vaccinazione dei propri cittadini, per individuare cosi' in modo tempestivo il centro vaccinale disponibile piu' vicino. Sono queste le cose concrete che interessano ai comaschi e ai cittadini lombardi, e sulle quali intendo continuare a impegnarmi". 

 

Commenti
    Tags:
    hub muggiòbertolaso
    Loading...










    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    L'asse Dibba-Casaleggio spaventa il nuovo M5s di Conte
    Porte blindate: il rapporto sulla filiera della sicurezza in Italia
    Redazione
    The Smart side of the Work – Rischi e opportunità del lavoro Agile


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.