A- A+
Milano
Lombardia, Orefice (FdI): "Regione più a destra, lo chiedono i cittadini"
Stefania Orefice

Lombardia, Orefice (FdI): "Regione più a destra, lo chiedono i cittadini"

"Una maggiore presenza di Fratelli d'Italia in Lombardia sarà utile anche ad avere un filo ancora più diretto con Palazzo Chigi con cui per parleremo la stessa lingua". Stefania Ambrosini Orefice, consigliere comunale al Municipio 1 di Milano, si candida con Fdi anche alle regionali in Lombardia. In un'intervista ad Affaritaliani.it Milano assicura che il partito di Giorgia Meloni "è pronto" per guidare la coalizione anche al Pirellone: "Siamo persone che arrivano da una lunga storia di sofferenza. Abbiamo militato con l'1%, creando una famiglia che ha portato Meloni alla guida del Paese".

Il presidente Attilio Fontana riuscirà a gestire il cambio di equilibrio in giunta?
Fontana è stato un ottimo governatore ed è anche un uomo abile. Avere più destra in Regione è una richiesta dei cittadini. Lui avrà tutte le capacità per gestire una maggiore presenza di Fdi. Giorgia in questo momento esce vincitrice anche dal confronto interno con la Lega o Forza Italia per la sua fermezza e sincerità. I cittadini vedono in noi persone rette, che non scendono a compromessi.

Le sue priorità?
In tre parole: salute, volontariato e famiglia. Faccio impresa in campo sanitario e voglio mettere a disposizione la mia esperienza. Mi occupo anche di volontariato e anche lì mi piacerebbe poter fare qualcosa. Fdi poi propone un nuovo assessorato alla Famiglia e alle Politiche sociali.

I problemi di Milano?
Il problema della città è il sindaco Giuseppe Sala. L'ultima trovata dei 30 all'ora fa ridere, soprattutto perché molte volte si va a una velocità ancora più ridotta visto il traffico che si è creato. Abbiamo ovunque cantieri della metropolitana che hanno rallentato la viabilità. Forse Sala lo sta facendo apposta per non farci sentire sciocchi, dato che siamo sempre in coda.

Sulle Ztl continuerete la battaglia in Regione?
Io pago i miei ingressi in Area C ma non è che così non inquino. Milano non è una campana di vetro. Regione ha introdotto già il Move-in e non starà con le mani in mano: avremo sicuramente ancora qualcosa in pancia. Sala dovrebbe rendersi conto che sta penalizzando i cittadini. E dovrebbe dimettersi da sindaco della Città metropolitana visto che la Città metropolitana non esiste.

Sulla sicurezza?
Penso sia doveroso che il nostro territorio venga tutelato con più attenzione e con più forze dell'ordine. Le nostre devono essere strade sicure. Da donna vedo un'insicurezza che non è solo percepita: è reale. E questo è un tema che non ha partito, non può essere né di destra né di sinistra. Poi c'è un altro problema.

Quale?
I nostri anziani vengono ghettizzati. Ci sono sempre meno centri e loro sono sempre più isolati. Nei Paesi è più facile che si aggreghino, in città servono gli spazi dedicati. I centri anziani vanno rivalutati e occorre creare delle soluzioni per loro anche dal punto di vista sanitario.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lombardiaoreficeregionali






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.