A- A+
Milano
Milano, sciopero dei lavoratori Atm venerdì 31 marzo
Sciopero Atm a Milano

Milano, sciopero dei lavoratori Atm venerdì 31 marzo

AGGIORNAMENTO ore 18

Aggiornamento sciopero: dalle 18 chiudono M2 e M5. Le linee riaprono domattina. M1 resta in servizio tra Bisceglie/Rho Fiera e Cairoli. Chiude tra Cairoli e Sesto FS (i treni in viaggio arrivano a destinazione). Restano aperte le linee M3 e M4. Tram, bus e filobus risentono della riduzione del servizio.

 

Venerdì di sciopero a Milano: il 31 marzo incrociano le braccia i lavoratori aderenti ad Al Cobas, nell'ambito di una agitazione nazionale di 24 ore che nel capoluogo lombardo coinvolgerà Atm. E dunque si preannunciano possibili disagi dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio sia per le linee di superficie sia per le linee metropolitane. Non è tutto: sempre il 31 marzo in stato di agitazione anche il personale di Autoguidovie in tutta la Lombardia, con lo stop indetto dalla sigla Osr Faisa Cisal dalle 18 alle 22. "Indenne" la linea Trenord, i cui lavoratori non sono coinvolti dallo sciopero.

Sciopero: a Milano dalle 15 riapre la Linea M2

Sciopero: dalle 8:45 è rimasta chiusa la linea M2, riaperta alle 15. M5 resta in servizio tra Bignami e Garibaldi e chiude tra San Siro Stadio e Garibaldi. (i treni in viaggio arrivano a destinazione). Restano aperte M1, M3 e M4. Bus, tram e filobus sono in servizio con possibili maggiori attese alle fermate.

Le motivazioni dello sciopero Atm

La protesta dei Cobas che riguarda Atm è contro la "liberalizzazione, privatizzazione e gare d'appalto dei servizi attualmente gestiti dal gruppo Atm e per la reinternalizzazione dei servizi di Tpl in appalto e/o subappalto; contro il progetto «Milano Next», per la trasformazione di Atm S.p.A. in Azienda Speciale del Comune di Milano e il conseguente affidamento diretto in house dei servizi, nonché per la loro gratuità; per la riattivazione del distanziamento tra conducenti e utenti con inibizione della porta anteriore per la salita e la discesa dei passeggeri; per la pulizia, igienizzazione e sanificazione delle vetture e degli ambienti; per la tutela della sicurezza dei lavoratori più esposti ad atti aggressivi, anche con sistemi di protezione passivi; per la fruizione delle ferie per il personale viaggiante, piani aziendali d'assunzione e trasformazione dei contratti a tempo parziale; per l'aumento di 150 euro netti per tutti i lavoratori, a recupero degli insufficienti aumenti dei contratti nazionali; per ulteriori tematiche di carattere aziendale attinenti, tra l'altro a indennità ferie, turni particolari e vestiario".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
atmmilanosciopero

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.