A- A+
Milano
Milano, uccise il figlio di due anni: padre condannato all'ergastolo
Alija Hrustic

Milano, uccise il figlio di due anni: padre condannato all'ergastolo

Ergastolo per Alija Hrustic, che ha ucciso in casa il figlio di due anni il 22 maggio 2019. E' quanto ha stabilito la corte d'assise di Milano al termine del processo di primo grado accogliendo la richiesta pena del pm Giovanni Cavalleri. L'imputato, 26 anni, e' stato ritenuto colpevole anche delle accuse di tortura e maltrattamenti famigliari nei confronti solo della moglie ma non delle altre due figlie.

"Non mi aspettavo francamente la condanna per la tortura per come e' stata ricostruita in atti ne' mi aspettavo l'ergastolo. Speravo in una condanna a 30 anni nel senso che l'avrei ritenuta piu' attinente ai fatti cosi' come sono stati ricostruiti al di la' degli articoli della stampa". E' il commento a caldo dell'avvocato Giuseppe De Lalla, difensore di Aliza Hrustic. Il legale ha inoltre anticipato l'intenzione di ricorrere in appello. Durante la sua arringa di due ore De Lalla aveva sostenuto che "il bambino e' morto perche' l'ha picchiato, ma l'imputato non voleva ucciderlo". Alla luce di questa lettura, la difesa aveva chiesto alla corte d'assise la derubricazione dell'accusa di omicidio volontario in quello di preterintenzionale. Inoltre per la difesa Hrustic andava assolto dalla tortura e dai maltrattamenti famigliari con la formula del fatto non sussiste.

Commenti
    Tags:
    milanoalija hrusticergastolo







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
    Di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.