A- A+
Milano
29enne morta a 2 settimane da intervento chirurgico: aperta un'indagine
giustizia

29enne morta a 2 settimane da intervento chirurgico: aperta un'indagine

Una donna di 29 anni, Anna Giuliano, è morta a distanza di due settimane da un intervento chirurgico fatto per ridurre il peso, attraverso la chirurgia bariatrica, all'Istituto clinico Humanitas di Rozzano, nel Milanese. La famiglia della ragazza, dopo il fatto, ha denunciato la vicenda ai Carabinieri. Dopo il sequestro della cartella clinica e della documentazione medica, verrà effettuata l'autopsia. La struttura sanitaria Humanitas, con una nota, ha espresso "profondo cordoglio" ai familiari per la scomparsa della ragazza.

Si indaga per omicidio colposo 

Il dipartimento della Procura di Milano, guidato dall'aggiunto Tiziana Siciliano ha aperto un'indagine per l'ipotesi di omicidio colposo, allo stato senza indagati. La donna l'8 marzo era andata sotto i ferri per ridurre il peso all'Istituto clinico Humanitas di Rozzano, attraverso la chirurgia bariatrica, Una decina di giorni dopo, però, ha perso la vita dopo essere arrivata nel pronto soccorso ed essere stata ricoverata nello stesso ospedale, poiché lamentava forti dolori alla pancia.   

Come anche sottolineato in un articolo pubblicato su La Stampa firmato Andrea Siravo, dalla sala operatoria Anna è uscita senza complicazioni dopo meno di tre ore. In ospedale ha trascorso altri due giorni di ricovero post operatorio, per poi essere dimessa il 10 marzo giorno in cui è rientrata ad Oleggio, in provincia di Novara, dove abitava insieme alle sorelle. 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sanità







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.