A- A+
Milano
Pochi effetti dal salario minimo. La paga media oraria è già il doppio

Pochi effetti dal salario minimo. La paga media oraria è già il doppio

La paga media oraria è già quasi il doppio.  L'introduzione del salario minimo a 9 euro avrebbe effetti limitati in Lombardia. E' quanto emerge da un servizio della Tgr lombarda che ha sondado il parere di alcuni esperti.

Maurizio Del Conte: "Ci sono aree anche in Lombardia che sfuggono alla contrattazione collettiva, aumentare controlli"

Tra cui Maurizio Del Conte, giuslavorista dell'Università Bocconi di Milano, che afferma: "Ci sono aree anche in Lombardia che sfuggono alla contrattazione collettiva. Semmai bisognerebbe aumentare i controlli".  C'è una differenziazione in base ai settori. Alcuni come chimica e meccanica usufruiscono di aumenti salariali dovuti a recenti incrementi contrattuali. In altri casi, come nella vicenda Metropol, i salari vanno anche sotto i 9 euro.

Assolombarda: "Riconoscere un salario minimo «per legge potrebbe creare delle distorsioni"

Contro la proposta delle opposizioni, in Lombardia si era scagliata nelle ultime settimane Assolombarda. Aveva spiegato il presidente Alessandro Spada: "Tutti siamo d'accordo che ci sia un minimo salariale, quello che è fondamentale è che passi attraverso la contrattazione e non attraverso la legge". Per il Spada "tutto il sistema di Confindustria ha dei contratti nazionali collettivi", quindi riconoscere un salario minimo «per legge potrebbe creare delle distorsioni, perché non considera le differenze nei contratti e potrebbe portare a una rincorsa verso il basso per chi ha un salario più alto".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
paga media orariapochi effettisalario minimo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.