A- A+
Milano
S. Siro, Sala attacca i suoi consiglieri: "Nessuna proposta sensata in 2 anni"
Beppe Sala

San Siro, attacco frontale di Sala ai consiglieri: "Nessuna proposta sensata in due anni e mezzo"

S'infiamma il dibattito sullo stadio di Milan e Inter in consiglio comunale a Milano. Il sindaco Giuseppe Sala ha partecipato ai lavori dell'aula per replicare a quanti, dai banchi di maggioranza e opposizione, sono tornati a puntare il dito contro la sua gestione, a loro avviso sbagliata, della questione Meazza. "Anche il modo di gestire del Consiglio e' stato infruttuoso - ha esordito Sala - Noi possiamo continuare a dibattere tra di noi ma siccome non e' un'opera pubblica ma un'opera privata non e' che possiamo fare finta di ignorare che ci sono degli attuatori". I capigruppo delle varie forze avrebbero dovuto incontrare il sindaco a tu per tu ma lo stesso sindaco piu' volte ha replicato quanto ha sottolineato oggi di fronte a tutta l'aula. "Se ci sono novita' ne parliamo ma fare questo sciocco balletto di fronte a nessuna novita' per me non ha senso". Detto cio', ha aggiunto, "io sento dire tanti no, ma non ho sentito fare una proposta realistica. Dire come fa Monguzzi che bisogna mettere a posto San Siro e' irrealistico, perche' le squadre non lo vogliono fare. Quante volte lo devono ancora dire? Cento, mille? Allora basta".

Sala ai consiglieri: "San Siro, non state dando un contributo"

"Non state dando un contributo - ha detto quindi rivolgendosi ai consiglieri - Le squadre vogliono fare uno stadio. Allora io preferirei che voi diceste che lo stadio non va fatto e che siete contro, almeno c'e' un elemento di chiarezza, io non voglio fare il paladino delle squadre ma voglio essere pragmatico. Se volete che lo stadio non venga fatto ditelo, ma ditelo voi perche' io non credo sia la soluzione giusta per Milano". Sala e' infine tornato sull'impossibilita' di mantenere due stadi, il Meazza e un nuovo impianto a fianco, ribadire quindi la sua contrarieta' a questa ipotesi: "Sarebbe inaccettabile, e' ingiusto penalizzare gli abitanti di quel quartiere" con 160 di giorni di eventi all'anno, tra sport ed altri eventi. "Non avete fatto una proposta sensata in due anni e mezzo - ha concluso - ma se l'avete qualcuno si alzi in piedi ora e dica che c'e' una proposta che puo' essere condivisa con le societa'. Io non l'ho sentita in due anni e mezzo".

Stadio, Barberis (Pd): "Non è il consiglio che sta bloccando lo sviluppo del progetto"

"Sullo stadio il consiglio si e' espresso in maniera chiara e positiva il 22 dicembre 2022, ponendo chiare condizioni per procedere positivamente con il nuovo stadio". Lo ha detto il capogruppo Pd a Milano, Filippo Barberis, dopo il dibattito in consiglio comunale sul futuro di San Siro e i progetti di Milan e Inter a cui e' intervenuto il sindaco Giuseppe Sala. "Capienza, verde, risorse per il quartiere - ha aggiunto - quella era e resta la nostra posizione che risponde positivamente a quella che e' sempre stata la proposta delle squadre fino almeno a gennaio 2023 costruire insieme il nuovo stadio nell'area di San Siro". "Non e' certo il Consiglio - ha concluso - che sta bloccando lo sviluppo del progetto dunque, ma le squadre che devono chiarire se intendono procedere su quanto inizialmente proposto e la Sovraintendenza che serve si pronunci quanto prima sulla esistenza o meno del vincolo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milano consiglio comunalesalasan sirostadio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.