A- A+
Milano
Sanità lombarda, Fontana: "Il timone? Resta nelle mani del pubblico"

Attilio Fontana, attuale presidente della regione Lombardia in cerca del bis, torna a parlare di autonomia dopo i dubbi espressi dal presidente di Confindustria Carlo Bonomi. Un argomento che ha affrontato arrivando al teatro Manzoni di Milano per l'evento 'La Lega del fare', a cui presenziano anche il ministro dei trasporti Matteo Salvini, il ministro degli affari regionali Roberto Calderoli, il ministro dell'istruzione Giuseppe Valditara e il ministro dell'economia Giancarlo Giorgetti.

Autonomia, Fontana a Bonomi: "Autonomia? Imprenditori entusiasti"

"In questi ultimi tempi ho parlato con tantissimi imprenditori e tutti si sono dichiarati entusiasti - ha rimarcato Attilio Fontana replicando a Bonomi - e hanno tutti ribadito la necessita' dell'autonomia. Bisogna semplicemente chiarire i dubbi che può aver avuto il presidente di Confindustria ma nessuno dei dubbi che ha espresso sara' un reale problema". 

"Sanità? Timone nelle mani del pubblico"

Interpellato sulla sua Giunta regionale, Fontana ha poi detto che "Confermerei tutta la Giunta. Ora non penso a niente perché non abbiamo ancora vinto. Quello che ho già detto è che non c'è mai stato un problema nella maggioranza legato ai numeri. Negli ultimi cinque anni c'era un partito più forte degli altri, ma questo non ci ha impedito di ragionare e decidere sempre in maniera condivisa e senza nessun tipo di problema". Il presidente lombardo ha poi detto che, ad oggi, confermerebbe "tutta la sua Giunta".

Sul tema della sanità, invece, ha rimarcato durante la kermesse come  "il modello della sanità in Lombardia si fonda sulla collaborazione tra pubblico e privato partendo dal fatto che le scelte vengono fatte dal pubblico. Dove si vuole andare con la sanita' lo decidiamo noi, il timone - sottolinea - resta nelle mani del pubblico. Questo da la possibilita' ai cittadini di scegliere, mi sembra sia un grande principio". 

Un piano per le opere pubbliche

Fontana, sempre parlando dalla kermesse del teatro Manzoni, ha poi fatto sapere che, in caso di vittoria, una delle prime cose a cui si dedicherà sarà un piano per le opere pubbliche. "Se rieletto, una delle priorità sarà incontrare il ministro Salvini per un grande piano organico di tutte le opere da realizzare" ha precisato.

Salvini: "No Italia campo profughi d'Europa"

Il ministro dei trasporti Matteo Salvini, che ha la delega anche alla guardia costiera, è intervenuto in materia di immigrazione sostenendo che l'Italia "chiede norme europee. L'Italia non puo' essere il campo profughi d'Europa, tutti devono farsi carico della propria quota"

Calderoli: "Bonaccini critica autonomia, ma era grande sostenitore"

Sull'autonomia è intervenuto, oltre ad Attilio Fontana, anche il ministro Calderoli contro le recenti dichiarazioni di Stefano Bonaccini. "Bonaccini - punge il ministro - è in corsa per la segreteria del Pd, finche' non era in corsa per la segreteria del Pd era il piu' grande sostenitore dell'autonomia. Quando firmarono nel 2018 l'intesa come Emilia Romagna, vicepresidente della Regione era la Schlein, che ora rinfaccia a Bonaccini di aver firmato l'intesa".

Sipendi insegnanti, il ministro Valditara: "Serve coniugare merito con equità e bisogno"

Alla kermesse leghista di Milano al Teatro Manzoni è presenta anche il ministro dell'istruzione, che è tornato sulla recente polemica degli stipendi degli insegnanti. "Gli stipendi degli insegnanti italiani sono vergognosamente bassi tutti, tutti quanti - ha detto - ma quando noi abbiamo un insegnante di scuola elementare che prende 1.300 euro, evidentemente stiamo parlando di stipendi inaccettabili. Alcune Regioni in particolare mi hanno rappresentato delle urgenze drammatiche che non riguardano solo Milano, Brescia e Bergamo, ma Roma e tante città in Italia. Il dibattito è aperto, è una questione di equità e di continuità nella didattica che va risolta. Questa sinistra non sa più coniugare merito e bisogno"

Giorgetti sul Pnrr: "Spendere soldi bene e in fretta"

Il Pnrr è uno degli argomenti dell'evento elettorale leghista che si tiene al teatro Manzoni. A tal proposito è intervenuto Giorgetti, ministro dell'economia: "Il Pnrr è un bellissimo manifesto, tanti bei progetti che devono diventare realtà, opere e promozione dello sviluppo - ha detto - e per fare questo bisogna cambiare alcune regole come il codice degli appalti. La responsabilità che abbiamo è di spendere bene e in fretta i soldi per cose utili". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fontana






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.