A- A+
Milano
Sanità, Regione Lombardia: pronti 700 milioni per ospedali e case di comunità
Regione Lombardia: Letizia Moratti e Attilio Fontana

Sanità, Regione Lombardia ha pronti 700 milioni per ospedali e case di comunità

"Siamo la prima Regione ad attuare la previsione per quanto riguarda la sanità territoriale contenuta nel Pnrr. Abbiamo presentato il progetto su Milano in cui iniziamo a realizzare 15 case della comunità e nove ospedali della comunità”. Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti nel punto stampa organizzato al termine della seduta di Giunta. Il progetto prevede strutture di nuova costruzione ma anche edifici riqualificati e ristrutturati: “Saranno divisi in hub e spoke – ha continuato Moratti -. Negli hub il servizio sarà 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 e negli spoke 12 ore al giorno per sei giorni. Sarà una sanità che si avvicina ai cittadini”. Tra le funzioni delle strutture: vaccinazioni, programmi di screening, servizi di specialistica ambulatoriale per patologie ad elevata prevalenza e servizi infermieristici. La Regione ha programmato risorse per il potenziamento delle strutture territoriali per un totale di 700 milioni di euro oltre ai 140 già stanziati con delibere di Giunta nei mesi di luglio e agosto: 100 milioni per Ats Milano, 11,4 per la Val Camonica e 3 milioni per ciascuna delle altre province.

Covid, cala l'aspettativa di vita a  Bergamo, Cremona e Lodi

"Non parlerei di un crollo, c’è stata una diminuzione dell’aspettativa di vita, parliamo di meno due anni e sei mesi per gli uomini e meno due anni per le donne con province più colpite di altre come Bergamo, Cremona e Lodi. Riteniamo che questa diminuzione sia dovuta a questo anno di Covid e lavoriamo perché si stabilizzi nuovamente l’aspettativa di vita su tutta la Regione e in particolare rispetto a queste province”. Lo ha detto la Moratti a margine del punto stampa organizzato al termine della seduta di Giunta rispondendo a chi gli chiedeva spiegazioni rispetto alla diminuzione dell’aspettativa di vita nelle province più colpite dal coronavirus come mostrato dai dati Istat. “Comunque anche Piacenza” è tra le province che hanno registrato questa diminuzione, ha poi sottolineato il governatore Attilio Fontana.

Fontana: "Green Pass? Scelte che spettano al Governo"

“Sono scelte che spettano al Governo, abbiamo già espresso il nostro punto di vista, grazie alla grande determinazione con cui il popolo lombardo si sta vaccinando, il problema del green pass sicuramente per noi è meno rilevante. Abbiamo già detto che siamo più favorevoli alla conclusione delle campagna vaccinale. Detto ciò deciderà il governo”, ha aggiunto Fontana in merito all’ipotesi che l’obbligo del green pass possa essere esteso anche ai dipendenti pubblici. La Lombardia ha nel frattempo raggiunto le 14 milioni di somministrazioni di vaccino: "E questo è sicuramente un punto di grande importanza nella nostra campagna vaccinale”, ha commentato Moratti.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    regione lombardiasanitàpnrrospedaliletizia morattiattilio fontana






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    "Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
    Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Alla pubblicità serve un nuovo format, il Carosello 2.0
    di Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.