A- A+
Milano
Scalo Lambrate, chiusa la gara: 4 offerte per reinventare lo Scalo
Scalo Lambrate

Scalo Lambrate, chiusa la gara: 4 offerte per reinventare lo Scalo

Si è chiusa ieri la gara per riqualificare lo Scalo di Lambrate. Lo annuncia l'assessore all'Urbanistica, Pierfrancesco Maran, sulla sua pagina FB. "È stata indetta nell'ambito di Reinventing Cities - spiega Maran - il concorso internazionale che valuta le proposte non prioritariamente sull'offerta economica ma per la qualità del progetto basata su 10 linee guida ambientali e sociali. Son state presentate 4 offerte che nelle prossime settimane verranno valutate dalla giuria."

"Le norme dell'accordo sugli scali ferroviari prevedono che almeno il 60% dello scalo Lambrate, di proprietà delle Ferrovie dello Stato, sia a parco e spazi pubblici e che la parte edificata sia a prezzi convenzionati anche tenendo conto della prossimità con le università", chiarisce l'assessore.

Nelle prossime settimane la Segreteria Tecnica, composta da rappresentanti di FS Sistemi Urbani, Comune di Milano e C40, analizzerà la documentazione relativa alla composizione del team, al business plan, alla parte progettuale e ambientale e infine trasmetterà l'istruttoria alla Commissione giudicatrice, la quale valuterà i progetti e le relative offerte, decretando il vincitore del bando entro la fine del mese di aprile.

Di seguito l'elenco dei team che hanno presentato le offerte:

L’Amber Playful Yards - Redo SGR 

Lambrate District Park - Co-Inventing S.r.l.

Lambrate Streaming -  Sant’Ilario società cooperativa

Scintilla -  Castello SGR

Lo Scalo

L’ambito urbano in cui si colloca lo scalo di Lambrate, di circa 70.000 mq di estensione, si situa nel settore orientale di Milano, esternamente alla cintura ferroviaria che corre in rilevato e separa l’omonimo quartiere di Lambrate dalla zona di Città Studi. Il quadrante urbano in cui si inserisce è fortemente caratterizzato dalla presenza di grandi infrastrutture, la cintura ferroviaria e la linea Milano-Treviglio, la strada provinciale Cassanese a nord e dalla Tangenziale ad est, tracciati che ne hanno determinato il carattere intercluso. Tali presenze hanno storicamente ostacolato le relazioni sia con il quartiere dell’Ortica che con la zona di Città Studi . L’area dello scalo di forma allungata in direzione nord-sud, si pone in adiacenza al rilevato ferroviario, in posizione baricentrica tra le vie Rombon e Cima, ai margini del quartiere e delle trasformazioni urbanistiche che lo hanno recentemente interessato, dalla riconversione dell’Innocenti alle più diffuse trasformazioni delle piccole e medie industrie che caratterizzavano questo settore urbano.

 

Commenti
    Tags:
    scalo lambrate
    Loading...










    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Pd, Enrico Letta: "Non escludo alleanze con Silvio Berlusconi"
    La priorità di Letta: riaprire l'Italia... agli immigrati
    Webinar: "I soldi non rendono niente". Il prof. Beppe Scienza spiega come fare
    Paolo Brambilla - Trendiest


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.