A- A+
Milano
Scippi e aggressioni, la Bocconi 'scorta' all'uscita i propri studenti

Scippi e aggressioni, la Bocconi 'scorta' all'uscita i propri studenti

Si sono susseguite negli ultimi tempi aggressioni e rapine all'esterno della Bocconi. Ed il prestigioso ateneo è corso ai ripari per tutelare i propri studenti. Come? Organizzando un servizio di accompagnamento a piedi dalle residenze alle aule e viceversa per tutti coloro che ne hanno bisogno. La richiesta, riporta Milano Today, è partita a seguito delle molteplici aggressioni dal gruppo studentesco più rappresentativo dell'ateneo, il B.Lab-Unilab.

"Non abbiamo avuto risposte efficaci dal Comune"

Marcello Corigliano ha spiegato che "nonostante le segnalazioni e le denunce di questi episodi, anche di recente, non sono arrivate risposte efficaci dal Comune di Milano, per cui abbiamo chiesto all'ateneo di intervenire e per fortuna ci è venuto incontro". Il servizio di accompagnamento a piedi prevede che ogni mezzora parta una "navetta pedonale" dalla panchina rossa di via Gobbi 5 che arriva all'angolo tra viale Toscana e via Leoni. Inverso invece il percorso una volta usciti dall'università. Il servizio è attivo sino a mezzanotte. Il personale addetto è già parte dell'organico della Bocconi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    aggressionibocconisicurezzastudenti






    A2A
    A2A


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.