A- A+
Milano
Scuole chiuse in Lombardia, flash mob in piazza Duomo

Scuole chiuse in Lombardia, flash mob in piazza Duomo

Una manifestazione con circa 400 tra studenti, insegnanti e genitori, si e' svolta questa sera in piazza Duomo a Milano. I ragazzi hanno esposto diversi cartelli e striscioni contro la didattica a distanza, ribandendo loro "diritto allo studio negato". "No school, no future", recita in inglese uno striscione, che prosegue: "Non rimandate la scuola, rimandateci a scuola". Diversi gli slogan che sono stati ripetuti anche durante alcune testimonianze al microfono. "La scuola non e' il problema e la Dad non e' la soluzione", commenta una delle organizzatrici del movimento 'No Dad' a Milano, che per diversi giorni si e' riunito davanti a palazzo Lombardia, per con tablet e computer per 'studiare' a distanza, e allo stesso tempo 'in presenza', per testimoniare tutte le difficolta' dell'apprendimento online.

Qualcuno poi parafrasa l'acronimo Dad, con "destroy adolescent developement". In piazza, durante il presidio iniziato dopo le 17 e concluso alle 19 circa, sono anche stati accesi un paio di fumogeni colorati. Una delle insegnanti che fa parte del gruppo di circa un centinaio presenti in piazza a fianco ai ragazzi, porta addosso un cartello molto critico nei confronti della ministra dell'Istruzione: "Azzolina a casa", recita. Cristina Di Battista, docente dell'Istituto commerciale Cattaneo di Piazza Vetra, in centro a Milano, spiega poi il perche' della sua critica alla titolare del dicastero: "Doveva stabilizzare i precari, dotare le scuole di termoscanner, avviare lo screening con i tamponi rapidi, e far arrivare i vaccini antinfluenzali a docenti e studenti. Invece tutto questo non e' avvenuto. Noi insegnanti stiamo facendo una fatica tripla per cercare di motivare i nostri alunni, e quando non collaborano e' una responsabilita' nostra: non e' giusto".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    scuole chiuse in lombardiaapertura scuola






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
    L'opinione di Tiziana Rocca


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.