Error processing SSI file
A- A+
Milano
Sicurezza: Milano, 30 scuole su 504 sono a norma antincendi

Sicurezza: Milano, 30 scuole su 504 sono a norma antincendi

Dati poco rassicuranti dalla riunione di commissione a palazzo Marino sulla sicurezza nelle scuole comunali. A Milano ci sono 504 scuole e solamente 30 sono in regola con il certificato di prevenzione incendi (Cpi). Lo ha detto l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Milano, Gabriele Rabaiotti, spiegando l’intervento al teatrino del Parco Trotter, dove venerdì scorso la Polizia locale è intervenuta per interrompere la recita di fine anno dei bambini perché la struttura non è agibile e non ha il certificato prevenzione incendi. Il decreto Milleproroghe ha dato la possibilità agli enti locali di posticipare la messa a norma per i certificati, al 31 dicembre 2017.

"Al momento quindi non si può chiudere una scuola se non ha i certificati - ha spiegato Rabaiotti. Quella del Trotter è una esperienza ibrida e innovativa ed è ovvio che quando la legge entra lo fa con l'accetta". Per quanto riguarda invece in generale la certificazione di prevenzione incendi nelle scuole, il Comune dal 2016 ha messo a bilancio 5 milioni di euro all'anno, con l'obiettivo di completare le certificazioni nell'arco di cinque anni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sicurezza milanomilano scuole antincendi






A2A
A2A
i blog di affari
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia
Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.