A- A+
Milano
Sparatoria nel Milanese: 60enne colpito alla testa ucciso in strada
Pistola

Sparatoria nel Milanese: 60enne colpito alla testa ucciso in strada

Sparatoria a Buccinasco stamani, intorno alle 10, in via Della Costituzione: il 60enne Paolo Salvaggio e' stato colpito da più spari alla testa, al volto e a una spalla. L'uomo è stato soccorso in arresto cardiocircolatorio e trasportato con manovre di rianimazione all'Humanitas di Rozzano, ma è stato successivamente dichiarato morto.

Indagano i militari del nucleo investigativo dell'Arma di Milano, coordinati dal pm di turno Carlo Scalas. Il 60enne Paolo Salvaggio doveva scontare una condanna per traffico di droga fino al 2031. Poco dopo le 10 come da abitudine Salvaggio, in detenzione domiciliare dal 2018 per una grave patologia tumorale al polmone, stava andando in bicicletta a fare colazione in un bar-gelateria in piazza San Biagio quando e' stato avvicinato in via della Costituzione da uno scooter con a bordo i killer. E' stato colpito una prima volta, poi una volta terra il passeggero del mezzo sarebbe sceso e lo avrebbe freddato sparandogli alla testa. Dai primi rilievi della sezione investigazioni scientifiche dell'Arma sono almeno 4 i proiettili esplosi. Salvaggio lascia una moglie e una figlia.

Forte: "Plateale e drammatica esecuzione"

"Ho appreso con sconcerto della plateale e drammatica esecuzione che ha avuto luogo questa mattina a Buccinasco, in pieno giorno e in una strada del centro. È evidente come la scelta del luogo e dei tempi sia anche una dimostrazione di potere e impunità". Lo dichiara la consigliera regionale, Monica Forte, presidente della commissione consiliare Antimafia. "Benché non sia ancora chiara la matrice dell’esecuzione , è da segnalare l’impatto che un evento del genere ha su un territorio come quello del sud ovest milanese, una delle zone a più alta intensità mafiosa del nord Italia.Sono confortata nel conoscere l’avanzata qualità delle autorità milanesi, dalla Direzione Distrettuale Antimafia, alla Prefettura alle Forze dell’Ordine, e confido pertanto che piena luce verrà fatta su un caso che necessita di risposte in tempi rapidi e che non potrà lasciare spazi a verità parziali - aggiunge la consigliera -.Nel frattempo, mi sembra importante sottolineare una volta di più che nessuna forma di esercizio di un potere violento, oppressivo e concorrente a quello dello Stato sarà tollerato su questo territorio e che la necessità che le Istituzioni facciano la loro parte in maniera compiuta e corale sarà assolta anche dalla Commissione Regionale Antimafia senza indugi".

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    buccinascosparatoria






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
    Boschiero Cinzia
    Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.