A- A+
Milano
Sport nelle carceri: riapre la piscina all'Istituto Beccaria

Sport nelle carceri: riapre la piscina all'Istituto Beccaria

Dal 5 luglio fino al 27 agosto le ragazze e i ragazzi dell'istituto penale minorile Cesare Beccaria di Milano saranno coinvolti in corsi di nuoto e attività sportive in piscina. Sarà il Comitato Territoriale Milano dell’Uisp (Unione Italiana Sport Per Tutti) a organizzare i corsi e a mettere a disposizione i 5 istruttori, sia operatori che assistenti bagnanti, che lavoreranno all'interno dell'istituto. Le attività in acqua verranno svolte all’interno del Beccaria stesso.

Attività sportive volte a educare alla collegialità, al rispetto delle regole e ad avviare i ragazzi coinvolti alla professione di operatore sportivo. Il tutto per far capire ai minori che una vita diversa, rispetto a quella che li ha portati all'interno dell'istituto, è possibile e può essere intrapresa. Gli istruttori della Uisp garantiranno 26 ore di piscina ogni settimana4 giorni su 7. Nello specifico gli istruttori proporranno esercizi di acquaticità, di tecniche base del nuoto, di trasporto e salvataggio, di apnea oltre a giochi collettivi: il tutto volto a stimolare l’instaurarsi di relazioni cooperative tra i ragazzi.

I giovani detenuti sono sempre stati molto attenti al lavoro svolto dagli operatori UISP nei quasi 30 anni durante i quali questo progetto è stato portato avanti. La figura dell'istruttore Uisp diventa dunque veicolo di valori e comportamenti sociali positivi da emulare al di fuori dell’istituto. È di fatto promotore di un’alternativa alla delinquenza, di una possibilità di conduzione di vita retta e dignitosa all’interno della società civile, dimostrando con il suo stesso operato che le tecniche insegnate e apprese dai ragazzi possono trasformarsi in sbocchi professionali. Nello specifico l'impegno mira anche a fornire una prima formazione come assistente bagnanti.

“Quello appena passato è stato un anno ricco di tensioni e non facile da affrontare per i giovani ospiti del Beccaria, - spiega Andrea Rotta Gentile, vicepresidente del Comitato di Milano di Uisp – per tutti loro la riapertura della piscina è un momento importante di condivisione di un’attività molto seguita e attesa, visto anche il tempo limitato di cui i ragazzi possono usufruire di questa attività, nonché di “refrigerio” da una situazione di vita non certo serena. Con soddisfazione negli anni abbiamo visto alcuni ragazzi che, una volta usciti dall'istituto, hanno intrapreso la carriera dell'operatore sportivo, questo fa capire come la nostra iniziativa sia un vero strumento di recupero sociale. I valori che lo sport riesce a trasmettere sono una parte importante nel percorso dei minori interessati.”

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    sportcarceripiscinaistituto beccaria






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia
    Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
    di Avv. Francesca Albi*
    Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.