A- A+
Milano
Università Statale, nuovo campus su area Mind del valore di 338 mln

Università Statale, nuovo campus su area Mind del valore di 338 mln

Il Consiglio di Amministrazione dell'Universita' degli Studi di Milano ha approvato l'affidamento a Lendlease della realizzazione del nuovo Campus sull'area Mind, Milano Innovation District, l'ex Expo, dove confluiranno i dipartimenti scientifici attualmente collocati a Citta' Studi. L'avvio delle attivita' di progettazione esecutiva e' prevista nei primi mesi del 2021, con completamento dell'opera entro il 2025. Il valore complessivo dell'intervento e' di 338 milioni circa. Nella stessa seduta, in adesione al disegno di un ateneo tripolare tracciato dal Piano Strategico 2020-2022, e' stata presentata per la prima volta un'ipotesi progettuale che farebbe di Citta' Studi la sede di un nuovo polo didattico e scientifico nel settore digitale e dell'intelligenza artificiale, connessa funzionalmente al Campus in Mind. Lo hanno annunciato oggi alla stampa, dall'Aula Magna dell'Universita', il Rettore della Statale Elio Franzini, il Direttore Generale dell'Ateneo Roberto Conte, Andrea Ruckstuhl, Head of Italy and Continental Europe di Lendlease e Igor De Biasio, Chief Executive Officer Arexpo. Il bando di gara di project finance era stato pubblicato nell'estate del 2019, con scadenza a dicembre dello stesso anno: tutti i passaggi, compreso l'ultimo di aggiudicazione, si sono svolti sotto la vigilanza di Anac, richiesta dalla Statale in considerazione della complessita' dell'operazione, della rilevanza pubblica ed anche dell'incidenza economica a carico di soggetti pubblici. La trattativa tra Ateneo e Lendlease ha consentito di avere rassicurazioni sulla fase progettuale ma anche di garantire all'Ateneo un significativo risparmio rispetto all'offerta di gara, con un ribasso complessivo sul canone di disponibilita' che si aggira intorno ai trenta milioni di euro.

Il nuovo polo si estende su un totale di oltre 190.000 metri quadri e ospitera' una comunita' di oltre 23 mila persone. La durata della concessione a Lendlease e' pari a 30 anni: 1 anno progettazione, 3 anni lavori, 26 anni e 11 mesi gestione lavori. La sostenibilita' finanziaria del progetto di realizzazione del Campus nell'area Mind e' stata definitivamente confermata. Su una previsione di spesa complessiva che si attesta attorno ai 338 milioni euro, il contributo pubblico sara' di circa 158 milioni di euro, di cui 135 milioni di finanziamento pubblico stanziato per la valorizzazione dell'area Expo 2015 nell'ambito del "Patto per la Lombardia" e 23 milioni coperti con fondi del bilancio dell'Ateneo. Il Concessionario privato cofinanziera' la realizzazione delle opere per circa 180 milioni di euro, a fronte della corresponsione da parte dell'Ateneo di un canone annuo di disponibilita', erogato in fase di gestione, di circa 8 milioni di euro e di un canone annuo per i servizi di facility management per circa 10 milioni di euro. Sul tavolo c'e' anche la possibilita', se si riuscissero a reperire i fondi necessari, di ridisegnare la fisionomia dell'Ateneo e del suo territorio di riferimento, con la creazione di un polo digitale gemello di Mind connesso in tempo reale tramite tecnologia 5G. Il polo digitale a Citta' studi sarebbe complementare a tutta la ricerca biomedica creando banche dati sicure per la conservazione e l'analisi dei megadati prodotti da tale ricerca, sviluppando con i ricercatori di Mind sistemi basati su Intelligenza Artificiale, oggi indispensabili per la comprensione della complessita' dei sistemi biologici nonche' delle patologie umane, alla ricerca di farmaci mirati a colpire alle loro radici anche le malattie piu' complesse.

Nell'operazione di riqualificazione del patrimonio immobiliare dell'ateneo a Citta' Studi sarebbe tra l'altro prevista anche la realizzazione di uno studentato nelle torri progettate da Magistretti e Soro, che andrebbero ad aggiungersi al piano riguardante la realizzazione di un Campus Umanistico comprendente in primo luogo, gia' nell'immediato futuro, anche l'ambito dei Beni Culturali, previsto nell'area demaniale ex Medicina veterinaria. La nuova ipotesi di progetto svilupperebbe pienamente la visione del Rettore dell'Universita' degli Studi di Milano Elio Franzini di "preservare e rilanciare l'area nella quale nel 1924 l'Ateneo e' nato, legata indissolubilmente a tutto cio' che i nostri ricercatori hanno costruito. Oggi si apre tuttavia una nuova prospettiva per il futuro: tramite il Campus MIND e le ipotesi di sviluppo per Citta' Studi, la Statale si pone come protagonista dell'innovazione scientifica e volano di rilancio per l'intero nostro territorio".

Commenti
    Tags:
    università statalemind
    Loading...










    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Covid, il nuovo regime terapeutico: non è più vita, ma semplice sopravvivenza
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Professionisti uniti a TUTELA delle donne
    Isagro SpA. Importanti movimenti azionari nella compagine di controllo
    Paolo Brambilla - Trendiest


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.