Per la prima volta dall'inizio della pandemia di coronavirus in Giappone il numero dei contagi confermati ha superato quota 10.000. Lo riporta l'agenzia Kyodo, senza precisare il dato su contagi ma sottolineando che Tokyo, città delle Olimpiadi, registra un record di 3.865 nuove infezioni confermate.Ieri a Tokyo erano stati segnalati 3.177 nuovi casi di Covid-19 (9.576 in tutto il Giappone) e il giorno precedente 2.848 contagi. Lo "stato di emergenza" a Tokyo, il quarto dall'inizio della pandemia, dovrebbe durare fino al 22 agosto.E uno "stato di emergenza" potrebbe presto essere dichiarato per altre aree del Giappone dove preoccupa l'aumento dei contagi. Secondo anticipazioni della Nhk, il governo pianifica di estendere lo "stato di emergenza" alle prefetture di Osaka, Chiba, Kanagawa e Saitama.

in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia

i più visti
i blog di affari
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA
Green Pass obbligatorio, Italia avamposto del nuovo ordine terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Brunetta non va al Premio Socrate: c'è Palamara



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.