Tokyo, 21 lug. (Adnkronos) - L'arbitro fischia, le calciatrici britanniche si scambiano un'occhiata e si mettono in ginocchio prima della sfida con il Cile. Le calciatrici cilene a loro volta hanno fatto lo stesso. Tutte in ginocchio al Sapporo Dome contro il razzismo. Un'ora dopo, sono stati le giocatrici statunitensi e svedesi a Tokyo ad unirsi a questa manifestazione senza precedenti contro il razzismo da parte delle squadre alle Olimpiadi. Tutte le calciatrici hanno sposato la protesta del Black Lives Matter per rendere più forte la risposta agli insulti razzisti subiti sulla rete dai giocatori di colore."E' consentito, non è una violazione della regola 50 ed è quanto scritto nelle linee guida del Cio". Lo ha detto il presidente del Cio, Thomas Bach, in conferenza stampa a Tokyo sulla decisione di alcune squadre femminili di calcio di inginocchiarsi in omaggio al Blacks Live Matter.

in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

i più visti
i blog di affari
Covid, la vita pubblica in mano ai medici
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi auspica stabilità. E lancia il patto sociale per la crescita duratura
"Il fronte giustizialista ha creato problemi alle istituzioni"



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.