A- A+
Politica

 

"Nell'incontro di oggi con Marco Pannella, Silvio Berlusconi ha ribadito e riconfermato l'impegno di tutto il Pdl e suo personale a firmare i sei referendum sulla giustizia presentati dai Radicali. Poi ce ne sono altri sei che abbiamo deciso di non appoggiare". Lo annuncia ad Affaritaliani.it Fabrizio Cicchitto, nel giorno dell'incontro tra il Cavaliere e lo storico leader radicale. Il parlamentare del Pdl aggiunge: "Quasi sicuramente Berlusconi firmerà personalmente i sei referendum sulla giustizia. Io stesso, insieme alla Gelmini, li ho già firmati a fine luglio a Roma".
 

Retroscena/ Asse Pannella-Berlusconi sulla giustizia. Il Cav sostiene i referendum radicali

Pannella

Sono sempre più fitti i contatti tra Marco Pannella e Silvio Berlusconi. Questa mattina a Roma il leader radicale ha incontrato il Cavaliere dopo giorni di corteggiamento.  Secondo quanto è in grado di rivelare Affaritaliani.it, Pannella sarebbe riuscito a convincere il capo del Pdl ha sottoscrivere di suo pugno i referendum radicali sulla giustizia: separazione delle carriere per i magistrati, introduzione della responsabilità civile dei magistrati, fine degli abusi della custodia cautelare e abolizione dell'ergastolo. Un modo per Berlusconi di uscire parzialmente dal tritacarne giudiziario e intestarsi magari la vittoria referendaria.

Proprio alcuni giorni fa l'anziano leader radicale aveva consigliato al cavaliere di accettare il carcere per vincere poi le elezioni da dietro le sbarre, poi lo aveva esortato ad ascoltare i suoi consigli:  "Vuoi trovare l'idea geniale per schivare il 9 settembre - gli ha chiesto Pannella -? Cercami, e questa volta, se sei nella reggia di Arcore, verrò. Aggiungermi a tutti gli altri non è che mi fa impazzire di piacere, ma vengo subito e ti parlo. Quando dico grande alternativa politica contro il miserevole e nauseabondo  conflitto in cui da settimane sembra siano tutti impegnati, intendo dire fare politica, non giocare a quel livello. Dico - ha aggiunto Pannella - che tra i dodici referendum non c'è solo la giustizia giusta, ma anche il finanziamento pubblico dei partiti, alle Chiese, la legge sull'immigrazione (la Fini-Bossi), quella sulla droga (la Fini-Giovanardi). Il 35 per cento del carico dei processi, e il 25 per cento dei torturati in carcere, insomma".

Alberto Maggi @AlbertoMaggi74
Daniele Riosa twitter@DanieleRiosa

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pannellaberlusconigisutizia
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.