A- A+
Palazzi & potere
Tangenti e politica: ecco a chi piacciono. Clamoroso

"Nel dibattito politico e imprenditoriale, sempre piu' spesso la modalita' del fare viene considerata prevalente sul come si fa. Rischia di passare la suggestione che con certi sistemi di malaffare si possa convivere". Lo afferma il presidente dell'Anac Raffaele Cantone in un'intervista a Repubblica. "Credo sia stata fatta passare l'idea che l'Anticorruzione aumenti il peso della burocrazia. Cosi' si diffonde il concetto che il problema non sono le tangenti ma l'anticorruzione, come Autorita' e come movimento di pensiero. E questo viene usato strumentalmente da chi vuole le mani libere, ma soltanto sui fondi pubblici", osserva Cantone. "Nelle ultime indagini c'e' un preoccupante elemento comune: la presenza della criminalita' organizzata. Resta all'esterno, ma qualcuno all'interno del sistema si fa portatore degli interessi delle mafie", sottolinea. "I partiti ormai sono organizzazioni composte da singoli gruppi autonomi, che usano finanziamenti leciti o meno leciti ma sempre opachi. Cosi' si determina quello che il presidente Mattarella ha indicato come 'furto di democrazia'", rileva Cantone. "In un sistema in cui e' venuto meno il finanziamento pubblico e nel quale le sovvenzioni private trovano limiti, con le tangenti si possono scalare partiti ed enti pubblici".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    tangentiraffaele cantonecorruzionepoliticalegam5smagistraturaanticorruzione
    in evidenza
    Vlahovic alla Juve, quota a 1.15 In Borsa il titolo si impenna

    Firenze furiosa col gioiellino serbo

    Vlahovic alla Juve, quota a 1.15
    In Borsa il titolo si impenna

    i più visti
    in vetrina
    Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"

    Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"


    casa, immobiliare
    motori
    Mini classica si converte all'elettrico

    Mini classica si converte all'elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.