A- A+
Politica
Pensioni, Durigon: "Quota ponte 41+62, per la riforma ci prendiamo un anno"
La Piazza intervento di Claudio Durigon

Pensioni, Durigon: "Per ora quota ponte 41+62"

"Noi abbiamo un orizzonte temporale di 5 anni; già in questa finanziaria possiamo andare nella direzione di quanto avevamo promesso in campagna elettorale. Noi proporremo una quota ponte che è quota 41 che inizia con un paletto degli anni: questo credo che sia necessario perché una riforma pensionistica strutturale così complessa con tanti sistemi di fuoriuscita credo devono essere messi a regime con un confronto". Lo ha detto il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon a SkyTg24, precisando che per ora "abbiamo creato questa formula di 41 e 62".

"Fare le cose di fretta avrebbe portato degli errori, non c'è solo la parte economica che pone dei limiti" spiega Durigon che sottolinea che serve una riforma pensionistica complessiva che "lanci definitivamente quota 41 e prendiamo l'anno successivo per pensare questa norma insieme alle parti sociali".
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
durigonpensioniriforma





in evidenza
Bimba morta di stenti/ Povera Pifferi in mano a tanti pifferai. L'intervento del direttore Perrino a "Ore 14"

MediaTech

Bimba morta di stenti/ Povera Pifferi in mano a tanti pifferai. L'intervento del direttore Perrino a "Ore 14"


in vetrina
Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni


motori
Aston Martin Vantage GT4 2024: innovazione e prestazioni al top nel mondo GT

Aston Martin Vantage GT4 2024: innovazione e prestazioni al top nel mondo GT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.