A- A+
Politica
Quirinale, altra fumata nera. Un voto anche ad Angelo Maria Perrino


Quirinale, secondo giorno e seconda votazione per eleggere il Capo dello Stato. Ancora una fumata nera. Il copione si è ripetuto quasi identico a ieri pomeriggio. Alle 9.30 è cominciata la chiama dei 1008 grandi elettori, ma il quorum, ancora fissato 673, due terzi dei componenti l'Assemblea, non è stato raggiunto.  I partiti maggiori - Pd e Forza Italia in testa, protagonisti ieri di un acceso scontro sul nome proposto da Matteo Renzi, quello del giurista costituzionale Sergio Mattarella - hanno votato scheda bianca.

Nel complesso sono state conteggiate 531 schede bianche. Ferdinando Imposimato, candidato del M5s scelto attraverso il metodo delle Quirinarie, ha totalizzato 123 voti; Luciana Castellina votata da Sel 34 preferenze; a Vittorio Feltri, promosso dal cartello Lega-Fratelli d'Italia, sono andati 51 voti; Stefano Rodotà, sponsorizzato dagli ex M5s ha ottenuto 22 preferenze; a Gabriele Albertini, sostenuto da Popolari per l'Italia e parlamentari vicini a Mario Mauro (che alla quarta votazione decideranno se convergere sul candidato del Pd), sono andate 14 schede; Emma Bonino, sostenuta dai socialisti di Riccardo Nencini, ha totalizzato 25 voti. Il giornalista Claudio Sabelli Fioretti ha ottenuto 14 voti e Marcello Gualdani (senatore di Area Popolare) 10. Le schede nulle sono state in tutto 26, i voti dispersi 143. Nel corso della seconda votazione per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica a Montecitorio un voto è andato anche al direttore di Affaritaliani.it, Angelo Maria Perrino.


La scelta del premier di candidare l'ex ministro della Difesa ha avuto il risultato di ricompattare il Pd, convincendo anche la minoranza interna. Ma Silvio Berlusconi si è sentito 'tradito' e ha parlato di "altolà alle riforme". E adesso Forza Italia sta valutando l'ipotesi di non votare domani mattina. Ovvero presentersi in Aula e non rispondere alla chiamata. In mattinata è in programma un vertice degli azzurri con Ncd per fare il punto su come procedere. Area Popolare (Ncd-Udc), finora, era orientata a votare scheda bianca alla quarta votazione. Mentre i parlamentari fittiani (36 secondo la stima fornita) si sono riuniti in un albergo in centro, per definire la loro posizione in vista delle prossime votazioni.

A Montecitorio in queste ore il Pd si mostra compatto. Lorenzo Lotti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha attaccato il capogruppo dei deputati di Forza Italia: "Spiace che Brunetta evochi le elezioni anticipate. Ma il buon Brunetta si metta il cuore in pace. Voteremo nel 2018, dopo aver fatto le riforme. Noi vogliamo farle insieme a Forza Italia, ma se Brunetta non vuole e Berlusconi seguirà il suo capogruppo alla Camera, le faremo senza Forza Italia. Noi andiamo avanti". Anche Stefano Fassina, esponente della minoranza dem, ha ribadito che il Pd "voterà unito e convinto" per Mattarella, che è "un elemento di stabilizzazione del quadro politico". E spera che Fi ci ripensi. Infine il ministro delel Riforme Maria Elena Boschi si auguro che "ci sia la possibilità di ricucire i rapporti con Forza Italia, forse già sabato in Aula", ma comunque "avremo modo di ricucire, c'è tanto lavoro da fare".

Ieri sera la prima votazione si è risolta in una fumata nera: le schede bianche, scelte da Pd, Forza Italia e Area popolare (Ncd più Udc), sono state in tutto 538. Il M5s ha puntato su Ferdinando Imposimato, il candidato scelto dalle Quirinarie in Rete, mentre Sel ha sostenuto il candidato di bandiera, Luciana Castellina, per poi convergere domani mattina su Mattarella.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
quirinalecamerapresidenzarepubblicasecondoscrutinio
in evidenza
Mourinho furia contro Orsato Ma non per il rigore...

Juve-Roma, polemica continua

Mourinho furia contro Orsato
Ma non per il rigore...

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.