A- A+
PugliaItalia
Al largo del Circolo Canottieri Barion Emiliano e WWF liberano tartaruga guarita

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con il  WWF, l’onorevole Dario Ginefra e l’assessore all’ambiente del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, ha liberato in mare una tartaruga marina Caretta Caretta, di nome “Minnesota”. Un’iniziativa anche a sostegno del Sì al referendum del 17 aprile.

IMG 1436
 

"Questo referendum - ha detto Emiliano - nasce, per la prima volta nella storia repubblicana, su iniziativa delle regioni che a un certo punto si accorgono che il governo stava agevolando le trivellazioni nelle 12 miglia attraverso lo “sblocca italia”, in deroga al divieto stabilito da precedenti governi. Abbiamo impedito questa follia solo grazie al referendum. Purtroppo è residuato un ultimo quesito, quello sulla durata delle concessioni petrolifere in atto nelle 12 miglia, il governo non ha voluto assolutamente tornare indietro su questo punto. Perché? Di fatto, questa norma serve solo a fare un regalo alle compagnie petrolifere per evitare l’immediato smantellamento delle piattaforme esaurite, che sono tantissime nelle dodici miglia. È bastato un po’ di studio, un po’ di esperienza e un po’ di approfondimento per capirlo".

"È peraltro sconvolgente - aggiunge Emiliano - che il governo non abbia mai convocato le regioni per cercare una soluzione. Addirittura qualcuno dice che il referendum lo abbiamo imposto noi al governo, che è colpa nostra se stiamo spendendo i soldi. Sono tutte bugie che vengono ripetute all’infinito, sino al punto di affermare che è il referendum è pretestuoso, inutile. O di esortare a non andare a votare: non era mai successo nella storia di Italia che l’arbitro della partita, cioè il presidente del Consiglio, consigliasse di renderla nulla non giocandola, o giocandola in maniera sleale".

wwf minnesota2
 

"L’art.48 della Costituzione - ricorda il governatore - dice che il voto è un dovere civico. E soprattutto il Testo unico per le elezioni alla Camera che è applicabile anche al referendum, dice che i pubblici ufficiali non possono indurre all’astensione i cittadini perché è vietato dalla legge".

wwf minnesota1
 

"Mi auguro che la gioia che stiamo provando oggi per la liberazione in mare di Minnesota - una tartaruga caretta caretta salvata dai pescatori e curata dal WWF -  sia la stessa gioia del popolo italiano nell’andare a votare domenica per il SI a tutela del mare che, essendo simbolo di libertà, è coincidente nella mia anima con la Costituzione repubblicana. La Costituzione italiana è bellissima perché ha delle regole severe, come le ha il mare, ma se tu le rispetti ti consente la libertà".

Quindi conclude: "La mattina di domenica 17 prendete la tessera elettorale e il documento di identità, andate a votare presto, perché sarà una specie di telethon per la difesa del mare, i cittadini vedranno man mano salire il numero delle persone che vanno ai seggi e tutti quelli che pensano sia   inutile può darsi che comincino a pensare "vuoi vedere che se non vado a votare è proprio il mio voto che non farà raggiungere il quorum"? Sarà comunque una giornata bellissima e poi, dopo il voto, tutti al mare".

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
barioncanottieriemilianowwftartarugacaretta carettabari
Loading...
i blog di affari
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
Aggio esattoriale da abolire: denuncia di PIN
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.