A- A+
PugliaItalia
Alfano lancia la diplomazia economica Export dal 'porta a porta' sui territori

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, a Bari -  in Fiera del Levante - ha incontrato le imprese pugliesi nel padiglione dell'Unioncamere Puglia, in occasione di un'iniziativa promossa dal suo dicastero e organizzata dalla Camera di Commercio di Bari.

Alfano Ambrosi
 

"Mettere il 'turbo' alla naturale vocazione a esportare delle imprese italiane e al talento imprenditoriale, che si esprime attraverso prodotti e servizi di qualità. Come? - ha precisato il ministro - Facendo della Farnesina, e della rete dei consolati e delle ambasciate, la nuova diplomazia economica, cominciando dal "porta a porta" sui territori.  Obiettivo? Un export nazionale, dalle imprese più grandi alle più piccole, più organizzato, superando lo "spontaneismo" delle singole iniziative o dei singoli imprenditori".

"La Puglia con 380mila imprese, che danno lavoro a circa un milione e centomila persone, è l'undicesima regione in Italia per export", ha detto il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi, nei saluti introduttivi, "Ma l'export incide sul Pil regionale solo per l'11%, a differenza di quanto accade per la Lombardia (31%) e Veneto (38%)".  

Alfano CCIAA BA
 

"Questi dati - ha sottolineato Ambrosi - ci dicono che per l'internazionalizzazione delle imprese pugliesi bisogna fare di più, in termini di aiuti concreti. Ben venga, quindi, la rete consolare e delle ambasciate a supporto degli imprenditori, per allargare il ventaglio degli scambi, forti della convinzione che il protezionismo non sia la strada adeguada a progetti e ambizioni lungimiranti".

"Siamo qui per questo" ha risposto Alfano, rivolgendosi agli imprenditori presenti, più di un centinaio, che attraverso il Segretario Generale dell'Ente Camerale barese, Angela Patrizia Partipilo, gli hanno rivolto molte domande, ricevendo puntuali e  circostanziate risposte: dalla Brexit ai dazi, dalle problematiche doganali all'italian sounding.

Alfano Union2
 

Tre le interessanti testimonianze dirette di imprenditori pugliesi di successo che si sono già rapportati all'estero con la rete consolare e delle ambasciate: Riccardo Cassetta (BioLevante - Az. olearia Cassetta, oleificio, Andria); Angelo Inglese (G. Inglese srls, abbigliamento, Ginosa); Karen Laxton (Divella Spa, alimentare, Rutigliano).

All'indomani del rinnovo delle sanzioni alla Russia da parte del Consiglio UE, il ministro ha evidenziato i buoni rapporti che sono sempre intercorsi fra Italia e Russia, nonostante il nostro sia sempre stato un Paese filo atlantico. Tanto che il prossimo 3 luglio la Russia sarà al centro di una country presentation della Farnesina. Ribadita da Alfano, in conclusione, l'importanza del mercato di sbocco dei Paesi Ue per prodotti e servizi made in Italy, un mercato "certo" e  non esposto alle turbolenze internazionali.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
angelino alfanobari farnesina exporto territori diplomazia economicaalessandro ambrosiunioncamere cciaa fiera del levante bari
i blog di affari
Green Pass obbligatorio, alternativa allettante: benedizione o campare d'aria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA
Green Pass obbligatorio, Italia avamposto del nuovo ordine terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.