A- A+
PugliaItalia
Andria Primavera Pedagogica 'ChiEducaChi?' fino a giugno

Proseguiranno fino al 9 giugno ad Andria gli appuntamenti della seconda edizione della rassegna “Primavera Pedagogica ?CHIEDUCACHI¿”, una manifestazione dedicata al tema dell’Educazione. Una stagione intera scandita da appuntamenti settimanali in cui la pedagogia incontra l’arte, la filosofia, la poesia e il mondo accademico. Il programma include 5 lezioni magistrali, 3 laboratori, 3 dialoghi e 2 spettacoli.  Tra i protagonisti della rassegna,  alcuni filosofi e pedagogisti di fama internazionale come Fabio Bocci, Riziero Zucchi, Dimitris Argiropoulos, Vera Gheno, Carlo Ridolfi, Piero D’Argento e il “paesologo” Franco Arminio.

Andria primavera7
 

​Esordio all’Istituto Comprensivo Verdi-Cafaro di Andria col prof. Paolo Mottana, docente di filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca, con una lectio magistralis sul tema “Una Gaia Controeducazione”.

"Idee inattese e istruzioni necessarie per rovesciare credenze ossificate, ideologie aberranti e poteri inamovibili e ritrovare l'appetito bruciante, sessuato e nervoso di capire, di fare e di pronunciare il violento sì alla vita che le nostre diseducazioni ci hanno intimato di tacere", sottolinea Paolo Mottana nell'introdurre la sua "controeducazione".

La lezione ruota sui seguenti contenuti: 
- cosa sono controeducazione e gaia educazione
- cosa ha offerto finora l'educazione nelle sue forme istituzionali alle vite di tutti noi e degli attuali discenti
- il "vizio pedagogico", la privatizzazione dell'infanzia e dell'adolescenza e i tradimenti dell'educastrazione
- la necessità di un'educazione contemporanea alleata delle singolarità e del possibile

 

La rassegna nasce dall’incoraggiamento di Alain Goussot Prof. di Pedagogia Speciale e a lui è dedicata. Una vita, la sua, impegnata nello studio e nella diffusione della “Pedagogia per la vita”: "Quello che succede dentro e intorno la scuola riguarda tutta la società, riguarda il modello di società che abbiamo in testa"

Andria primavera6
 

La visione dell’iniziativa è quella di considerare l’Educazione come un processo libero che risvegli l'intelligenza, che generi atti creativi e che sia permanente lungo tutto l’arco della vita. Un'educazione  a portata di tutti, che elimini le barriere, i conflitti, che annulli le differenze di status sociale e che permetta ad ognuno di esprimere il proprio potenziale umano e creativo. A promuovere l’iniziativa è la Cooperativa Sociale Onlus Trifoglio in collaborazione con il centro logopedico psicopedagogico Imparola che ha conseguito l’accreditamento al MIUR, il programma è a cura di Vincenza Di Schiena, Gabriella Nocera e Viviana Peloso.

La rassegna è patrocinata dagli Assessorati Cultura e Pubblica Istruzione del comune di Andria, inoltre è patrocinata dalla Rete di cooperazione educativa “C’è speranza se accade@”  e ha ottenuto il sostegno morale ed economico di numerose aziende locali, liberi cittadini e associazioni, fra tutte l’Ass. ‘Giorgia Lomuscio. Tutto per amore”. L’intento è muovere i passi verso la creazione di una comunità educante o per usare le parole del Prof A. Goussot un’ Agorà pedagogica.

Andria Primavera2
 

La Primavera pedagogica si rivolge a chiunque abbia a cuore l’educazione, pertanto sono invitati insegnanti, genitori, studenti in formazione, educatori sociali e ciascun adulto si senta investito da un processo di umanizzazione. “Nessuno insegna a nessuno, ma tutti imparano da tutti” (P.Freire)  

Per questo motivo la rassegna è strutturata in incontri che uniscono il mondo accademico, intellettuale, culturale e l’educazione informale, ovvero il vasto patrimonio di saperi e conoscenze del singolo cittadino.

In questa seconda edizione è previsto una piccola finestra sulle arti e in particolar modo sulla pittura, sul cinema, sul teatro e  la poesia.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
andria gaia controeducazione primavera pedagogicafranco arminiopaesaggio ambiente formazione giovani generazioni puglia
i blog di affari
Il New York Times minimizza l'omicidio del ricercatore italiano Davide Giri
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.