A- A+
PugliaItalia
Avvocati e magistrati baresi per la libertà in Turchia

I magistrati e gli avvocati solidarizzano con i loro colleghi della Turchia, sottoposti ad attacchi e restrizioni da parte del Capo di Stato Erdogan, vittima di un tentativo di colpo di stato ancora tutto da decifrare. Lo fanno intervenendo alla manifestazione organizzata da ANM Bari in favore delle libertà in Turchia, davanti al Palazzo di Giustizia di Bari.

Avvocati 3
 

Obiettivo: esprimere solidarietà ai colleghi turchi e lanciare un appello alle istituzioni europee, per sollecitarle a non rimere interti, ma reagire e intervenire sulla drammatica situazione turca. Per Giovanni Stefanì, presidente Ordine degli Avvocati di Bari: “Le note vicende della Turchia non possono lasciarci indifferenti. La repressione violenta posta in essere contro Avvocati, Magistrati ed esponenti del mondo accademico rappresenta un grave attacco allo stato di diritto e ai diritti umani inviolabili; è indispensabile intraprendere iniziative unitarie per protestare contro coloro che attaccano la Giustizia, la libertà e la democrazia".

Avvocat 4
 

"Avvocati e Magistrati, consapevoli del ruolo di “Sentinelle” dei diritti di tutti e della Giustizia - ha aggiunto nel suo intervento Stefanì - devono sollevare una voce sola chiamando a sostegno anche il mondo accademico e le altre componenti sociali. Perché di questo momento non rimanga solo una manifestazione abbiamo proposto la condivisione di un documento di dissenso da sottoscrivere insieme ai magistrati di Area Bari e ANM Bari, ai giornalisti dell’Ordine della Puglia e alle altre organizzazioni che vorranno aderire”.

erdogan mano
 

Durante il sit-in davanti al Palazzo di Giustizia barese sono state lette anche alcune mail inviate da giudici turchi alla lista Medel (Magistrati europei per la democrazia e le libertà), che raggruppa i giudici di tutta Europa. L'appello lanciato dai giudici turchi vuole "allertare tutte le competenti persone dei Paesi europei".

"Siamo in pochi che possiamo raggiungervi e informarvi sulla situazione in corso", si legge ancora nelle mail, "Abbiamo bisogno di voi. Qui non c'è più un giudice" e "non avremo un'altra opportunità di denuncia".

Alla manifestazione hanno inltre partecipato l'Associazione dei Partigiani e l'Ordine dei Giornalisti pugliese, che con il suo presidente Valentino Losito ha ricordato l'arresto di 42 cronisti turchi.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
avvocati magistrati baresi libertà turchiaassociazione nazionale magistrati turchia libertàgiovanni stefnì ordine avvocati bari turchia
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.