A- A+
PugliaItalia
Aylan Kurdi indica il mare Prospettiva odissea eterna

Al di là dello strazio, mi colpisce la posizione "particolare" di Aylan Kurdi.

Si direbbe l'ago di una bussola senza vita, che non si rassegna ad essere restituito alla terra e resta teso a indicare naturalmente il mare. La prospettiva anelata, l'estrema ricerca dello sguardo amorevole di una madre e di un fratello ancora dispersi tra i flutti. Un gesto d'amore eternamente infinito!

Per anni abbiamo dato nomi ai nostri figli di eroi epici o star televisive. Sarebbe bello dar vita a Aylan, riprendendo il suo nome, per far rivivere la speranza di un martire dei nostri tempi nel sorriso plurale di un futuro migliore.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
aylanbussolamarekurdi
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro
i più visti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.