A- A+
PugliaItalia
Azzurri - Intralot, la Consulta Antiusura incalza la FIGC

La Consulta Nazionale Antiusura "Giovanni Paolo II" e il Cartello "Insieme contro l'Azzardo" insistono sulla FIGC affinché si svincoli dall'accordo di sponsorizzazione stretto con la società di scommesse Intralot. 

usura durso
 

"Se non dovesse fare retromarcia chiederemo al Governo e al Parlamento di diffidare la FIGC dall'uso della bandiera italiana, e da ogni riferimento, anche pubblicitario, legato ai termini Nazionale e Italia". È la posizione della Consulta Antiusura in merito alla risposta del Governo affidata al Sottosegretario alla Difesa, Domenico Rossi, a seguito di una interpellanza parlamentare.

"Gli strumenti del Governo nei confronti di una piaga sociale ed economica dilagante sono blandi e inefficaci - denuncia la Consulta - nonostante le raccomandazioni di contenere l'offerta e la pubblicità di azzardo che l'Unione Europea ha rivolto all'Italia.

rossi sottosegretario difesa
 

"Le riduzioni di offerte di gioco d'azzardo annunciate e promesse - si ribadisce in una nota diffusa - non hanno mai avuto un concreto riscontro. La terminologia usata dalla normativa italiana che chiama l'azzardo "gioco con alea con vincita in denaro" lascia intendere l'approccio inappropriato che il governo presta a questa pericolosa deriva economica che sfocia nell'usura e nella patologia. Non esistono infatti nelle pieghe del bilancio dello Stato risorse adeguate che finanziano le cure. E nonostante la continua ascesa del numero dei giocatori di azzardo patologici non si spiega il motivo per cui personaggi pubblici o del mondo sportivo si leghino a campagne di comunicazione  dirette a incentivare il consumo di azzardo".

usura intralot scommesse
 

"Proprio perché la FIGC che ha natura privatistica, come sostenuto dal Sottosegretario alla Difesa Rossi, si può muovere in completa autonomia per liberare la Nazionale Italiana dall'ipoteca dell'azzardo. La Nazionale Azzurra rappresenta la bandiera dell'Italia e quindi la Nazione stessa nelle competizioni sportive. Il caso "Azzurro-Azzardo" evidenzia come certi valori, anche costituzionali, possano soccombere dinanzi alla logica del profitto".

Alla Consulta Nazionale Antiusura non convince l'intervento del Sottosegretario alla Difesa ("non si comprende perché non si sia espresso un rappresentante del ministero della Salute, degli Interni e dell'Istruzione"), che ignora completamente le motivazioni umane morali e giuridiche che ci inducono a condannare la diffusione dell'azzardo. "Il Governo e il Parlamento - sottolineano - sono chiamati a verificare le finalità istituzionali della FIGC affinchè l'autonomia non diventi anarchia e il diritto non sia cumulo di cavilli per giustificare interessi diversi da quelli sportivi".

E quindi concludono: "Il Governo si attivi al più presto per una seria regolamentazione in materia di azzardo, altrimenti sempre più spesso saremo costretti ad assistere ad episodi di risse nelle sale slot tra giocatori di azzardo come le cronache giornalistiche oggi raccontano".

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
azzurri intralot consulta antiusura figcalberto d'urso consulta antiusura nazionale calcio italiana lottomatica
i blog di affari
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.