A- A+
PugliaItalia
Ballottaggi, Civati abbraccia Decaro. Querela e televeleni con Di Paola

Bari – "Io ho una passione sfrenata per quest'uomo e mi piace l'idea che possa fare il sindaco di Bari”. Pippo Civati torna nel capoluogo ed abbraccia Antonio Decaro: “Fare il front man è una grande responsabilità ma io penso che quello della politica di Antonio sia un messaggio bello. E lo sostengo non solo come amico, ma soprattutto perché sa fare bene le cose, perché ha in mente un progetto di città ed ha lavorato bene come assessore, è un’adesione totale”, riserva al collega di scranno il consigliere brianzolo, ribadendo la stima e l’appoggio palesati già alle primarie. In compenso, al silenzio elettorale mancano solo poche ore e di mezzo ci passa ancora qualche stilettata con il competitor, Mimmo Di Paola.

L'INTERVISTA/ Di Paola: "Ultima chance per cambiare"/ Desirèe non si apparenta/ Decaro: "Bilancio partecipato"

Ad infiammare gli animi, con buona pace del fair play, è la questione giudiziaria. “Se non sei indagato per corruzione, querelami domattina”, aveva sferrato l’ex assessore di Emiliano all’indirizzo del leader di Impegno Civile nell’ultimo teleconfronto, dopo una domanda sul ricorso del pm Bruno in merito all’assoluzione ottenuta a dicembre dall’accusa di abuso d’ufficio. E se, dalla tribuna di TeleBari, Di Paola si dice costretto a procedere con l’azione legale - “altrimenti avvalorerei quanto detto”, spiega – Decaro non incassa: “Ma non dice se la corruzione nel frattempo sia diventata altro reato né se sia stato prescritto. Io ho chiesto il rito abbreviato, nel mio caso”. Le schermaglie catodiche vanno avanti incrociate e senza esclusione di colpi, dalle inefficienze delle municipalizzate alla mancata conoscenza della macchina amministrativa: “Mi sembra assurdo che una persona che si candida a fare il Sindaco non conosca il Bilancio comunale”, attacca l’ex capogruppo democratico. “Io i bilanci non li devo conoscere, li devo aggiustare e ho già dimostrato di saperlo fare”, rispedisce al mittente, chiarendo di non volere una giunta che sia “occasione di segnali politici o demagogici”. In replica alle promesse su parità di genere e rinnovamento dell’avversario.

Decaro: "No apparentamenti"“I baresi hanno scelto”/ LA DIRETTA/Affuenza e polemiche/ Stilettate, comizi e big vintage

Stavolta, è davvero l’ultimo miglio. Il centrodestra punta su un doppio appuntamento in piazza Europa, al quartier San Paolo, con Raffaele Fitto, Giorgia Meloni, Gianni Alemanno, Massimo Cassano e gli altri big della coalizione, prima di lasciare il palco ad Uccio De Santis e ad altri artisti (compreso Tommy Parisi, come cita una locandina sui social? Dallo staff dell’ingegnere negano). Il centrosinistra, invece, sceglie via Argiro per un “non comizio pieno di sorprese e di musica”. Senza i Righeira. Forse.

(a.bucci1@libero.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ballottaggiballottaggiobarielezionipugliabaridecarodi paolacivatipd
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.