A- A+
PugliaItalia
Bari, Polizia sgomina banda trafficanti nigeriana

La Polizia di Stato di Bari ha disarticolato un’organizzazione criminale composta da cittadini nigeriani ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, riduzione in schiavitù, ingresso e permanenza illegale nel Territorio Nazionale aggravato dalla transnazionalità e favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Bari, avviate nel mese di luglio scorso, si sono concluse con l’esecuzione di un provvedimento cautelare, emesso dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di quattro cittadini nigeriani.

L’indagine ha fatto emergere l’esistenza di un’organizzazione transnazionale, con base in Nigeria, con collegamenti in Niger e Libia, e alcuni soggetti, della medesima nazionalità e residenti in Italia, in questa ed altre province, che dopo aver reclutato ed organizzato il viaggio verso l’Italia delle ragazze le sfruttavano avviandole alla prostituzione.

Tags:
poliziabandatrafficoumaninigerlibia
i blog di affari
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.