A- A+
PugliaItalia
Barletta, un 'point' CCIAA per scambi Italia-Moldova

Il 10 giugno presso la Sala Rossa del Castello Svevo di Barletta (BT) “La Repubblica di Moldova incontra la Puglia”, in occasione dell’apertura al pubblico del centro informativo Point della Camera di Commercio Italo Moldava - Piazza Caduti in Guerra n. 6

moldova mappa.jpg
 

 

L'importante iniziativa in terra pugliese vedrà la presenza dell’Ambasciatrice di Moldova in Italia, Stela Stingaci, del Console Onorario della Repubblica di Moldova per la circoscrizione Marche Abruzzo, Roberto Galanti, presente anche nella veste di responsabile Camerale per tutta la fascia adriatica, e la dirigenza della Camera di Commercio Italo Moldava con la presenza di Luigi Caruso, che sarà il referente del nuovo "point".

 

Moldova.jpg
 

Il 2017 vede celebrarsi il 25° anniversario dei rapporti diplomatici tra Italia e Moldova. Infatti, come sottolineato recentemente dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, nel messaggio di congratulazioni al Vice Primo Ministro e Ministro degli Esteri moldavo Andrei Galbur: "E' dal 1992 che i rapporti bilaterali tra Italia e Moldova hanno raggiunto un livello di eccellenza in ogni settore, a cominciare da quello economico".

 

Gli stessi dati di bilancio del 2016 confermano i rapporti  di primo piano negli scambi commerciali italo-moldavi e la collocazione della Moldova tra i principali paesi esportatori. Ma anche al livello socio-integrativo la relazione è alquanto proficua: grazie alla nutrita e apprezzata presenza di una comunità moldava in Italia (03M-Associazione giovani moldavi in Italia) e alla presenza di un piccolo nucleo molto attivo di italiani in Moldova.

 

 

Moldova
 

 

Moldova Stingaci
 

È proprio partendo dal potenziale offerto dalla crescente integrazione tra cittadini italiani e della Moldova che l’Ambasciata di Moldova in Italia intende lavorare per favorire un’ulteriore intensificazione dei rapporti tra i due Paesi. A tal proposito, in una recente intervista, l’Ambasciatrice Stela Stingaci ha dichiarato: “Penso che la voce degli italiani in Moldova sia molto importante. Per questo motivo ho deciso di organizzare, a partire dal prossimo mese, incontri periodici con la collettività italiana che, se da un lato ci permetteranno di discutere eventuali problematiche di interesse generale, spero possano anche rappresentare un’occasione di scambio e di dialogo su nuove iniziative per rafforzare l’amicizia italo-moldava”.

barletta eraclio
 

 

Fino a qualche anno fa, la bilancia degli scambi commerciali della Moldova era orientata verso l’Est, poi l’embargo russo ai vini ed alla frutta locale ha portato il 53% dell’export verso l’Unione Europea. Gli investimenti stranieri diretti italiani sono importanti: l’Italia è il secondo investitore dopo i Paesi Bassi, la maggior parte degli investimenti italiani è di piccole e medie imprese a capitale misto od esclusivamente italiano: sono quasi 1200, per un volume di affari di 150 milioni di euro.

 

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
barletta point commercio cciaa camera scambi moldova italiastela stingaci
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.