Error processing SSI file
A- A+
PugliaItalia
Bellomo, botta e risposta con Schittulli

Il botta e risposta tra Davide Bellomo e Francesco Schittulli pare sia stato attizzato da un vero e proprio attacco di hacker sul profilo Twitter dell'oncologo. A breve gli aggiornamenti in merito. Nel frattempo, lo scambio emerso sui social è al vetriolo (ndr).

Schittulli denuncia
 
schittulli
 

“E' oltremodo vergognoso che esistano degli 'sciacalli' che, privi di ogni benché minimo valore umano, entrino addirittura nella privacy del mio personale social network!”. A denunciarlovia facebook attraverso la sua pagina è lo stesso Francesco Schittulli, vittima presunta di pirati informatici che avrebbero violato l'account di Twitter del professore. “Tanto perché”, sottolinea Schittulli, “gestendo personalmente la password di Twitter, smentisco categoricamente di aver scritto quanto, con MALIGNITA' attribuitomi. Per questo ho gia' presentato relativa denunzia”.

Il 'cinguettio', prima pubblicato e poi eliminato dalla pagina, non è sfuggito a 'follower' e commentatori inferociti entrati in polemica con il politico, che con uno 'screenshot' ne hanno immortalato il contenuto.

“Con Michele Emiliano”, si legge, “scelta di vita per la Puglia che cresce verso il futuro negato da gentaglia come Raffaele Fitto e Davide Bellomo”.

bellomo
 

L'avvocato Davide Bellomo, ed ex candidato alle regionali proprio con il Movimento Schittulli, già in polemica con l'oncologo, rilancia l'immagine sulla sua pagina facebook con tanto di nota critica.

“Quando la dialettica politica si trasforma in insulto, di politico c'è ben poco!”, tuona Bellomo, “c’è solo la volontà di voler gettare discredito su altri, rei di aver espresso una propria opinione e forse perché così risulta più facile giustificare le proprie decisioni ed i propri comportamenti. Ma questa volta - commenta infastidito Bellomo - credo che si sia oltrepassato il limite. La dialettica, che ritengo essere fonte di crescita per l’essere umano, non si fa scagliando insulti gratuiti".

"L’insulto, amareggia e sconcerta ancor di più quando è proferito da chi dovrebbe essere d'esempio per l’immagine che ha cercato di costruire su stesso: uomo di scienza depositario di valori umani non comuni. Ora”, prosegue l'avvocato, “il prof. Schittulli ci informa di essere 'senza colore politico' a servizio della collettività, affianco però ora al suo antagonista politico storico: il Presidente Emiliano”.

foto(11)
 

“Se qualcuno poteva nutrire 'dubbi'”, avverte, “sulla mia improvvisa decisione di abbandonare il Movimento Politico Schittulli, dopo tanti anni di impegno e dedizione, oggi, finalmente, grazie a questa dichiarazione lanciata ai social, ha ben chiaro il perché. Del resto, voglio credere, che egli stesso, rimuovendo il tweet denigratorio, non prima di essere subissato di critiche dai suoi stessi followers, abbia colto l’enormità di quanto impropriamente affermato”.

“Da parte mia”, conclude, “invece, con sincerità auguro al Prof. Schittulli un ridente futuro personale e politico accanto a Michele Emiliano”.

(inesmacchiarola1977@gmail.com)

Tags:
bellomoswchittullibottarisposta
i blog di affari
Assegno di mantenimento figli pagato in ritardo: è reato? Che cosa rischio?
di avvocato Rebecca Sinatra*
Covid, la scienza ideologica al soldo del potere dei gruppi dominanti
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.