A- A+
PugliaItalia
Bif&st, pronti a ripartire. Decaro: 'Il miglio dei teatri prende forma'

Carlos Saura, Micaela Ramazzotti, Helen Mirren, Taylor Hackord, Gianfranco Rosi, Vittorio Storaro e Lino Banfi: sono alcuni dei protagonisti dell'edizione 2021 del Bif&st, in programma a Bari dal 25 settembre al 2 ottobre.

Bifest 2021 12

La manifestazione è stata presentata dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dall'assessore regionale alla Cultura Massimo Bray, dal sindaco di Bari Antonio Decaro, dal direttore di 01 Distribution Luigi Lonigro, dalla presidente della Fondazione Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco e dal direttore artistico del Bif&st Felice Laudadio.

"È con grande piacere e un pizzico di orgoglio che oggi presentiamo la nuova edizione del Bif&st a Bari - ha dichiarato Antonio Decaro - oggi raccontiamo però anche un sogno, che la città e tutte le persone sedute in questa stanza custodivano da tempo. Vedere i nostri 4 teatri finalmente riaperti, prendere vita grazie all’arte, alla cultura, e allo straordinario pubblico che questa manifestazione continua ad accogliere sempre più numeroso, anno dopo anno".

Bifest 2021 2

"È un sogno per noi vedere "Il miglio dei teatri" prendere forma e dare sostanza alla strategia culturale di Bari e della regione Puglia. Quattro teatri - ha sottolineato il Sindaco di Bari - che dialogano tra loro in un miglio di città, che anche quest’anno si farà trovare pronta a dare il meglio di sè per accogliere, forse la kermesse più importante dell’anno. Di questo voglio ringraziare il presidente Emiliano, il direttore artistico Felice Laudadio, tutte le donne e gli uomini dell’Apulia Film Commissione, dalla presidente, al direttore fino a tutti i ragazzi che in quei giorni si occupano che tutto fili liscio. Perché ognuna di queste persone ha un ruolo in questo sogno, come ognuno di noi qui seduto oggi. Se non ci fosse stata quella continuità amministrativa, politica, di visione e di amore nei confronti di questa città e di questa terra, forse oggi non saremmo qui a raccontare questa storia".

Bifest 2021 13

"Mi piace pensare - ha continuato Decaro - che questo festival ancora una volta abbia una cifra comune, di comunità, collettiva. Che rappresenta il lavoro, l’impegno, l’ingegno di tanti. Di tutti quelli che hanno dato il proprio contributo affinché noi fossimo qui".

Bifest 2021 4 (1)

"Questa cifra collettiva che coinvolge anche il pubblico perché il Bifest, come voi stessi giustamente avete scritto nella presentazione, è un festival 'eminentemente culturale', ma non per questo è meno popolare, accessibile, democratico, proprio come deve essere la cultura, il sapere e la conoscenza nella visione di crescita che abbiamo per questa terra".

"Bari deve tanto a questo festival, ne siamo consapevoli - ha concluso Antonio Decaro - in un momento in cui stiamo ripartendo con coraggio e purtroppo ancora con qualche limitazione. Mai come quest’anno il Bif&st è la dimostrazione che, con il lavoro, la passione e l’impegno anche i sogni che sembrano impossibili si realizzano".

Bifest 2021 3

"Il Bif&st è una delle manifestazioni più attese della programmazione culturale della Regione Puglia - ha detto nel suo intervento Michele Emiliano - e questa edizione suscita in me una emozione particolare, perché coinvolgerà per la prima volta il Miglio dei teatri baresi, riportando il pubblico in presenza nel Petruzzelli, Piccinni, Margherita e nel rinato Kursaal Santalucia".

"Abbiamo riportato questi teatri al loro originario splendore dotandoli delle più moderne attrezzature e tecnologie. Adesso realizziamo la visione che ci ha impegnato in questi anni, da quando ero sindaco, di vederli aperti e vitali tutti insieme, perché nella settimana del Festival ospiteranno film, eventi, talenti e soprattutto il pubblico".

Emiliano (3)

"Questi luoghi - ha aggiunto  - verranno vissuti nel rispetto delle misure anti-Covid, per garantire la sicurezza di tutti, spettatori, artisti, operatori e di tutti coloro che parteciperanno agli appuntamenti con i protagonisti del cinema italiano e internazionale. Per me tutto questo è un segnale di speranza dopo le limitazioni legate alla pandemia. Investire in cultura significa investire sulle persone, sul futuro di tutti noi, sulle professioni che generano non solo economia ma soprattutto felicità".

"E il Bif&st - ha concluso Emiliano - fin dalla sua fondazione 12 anni fa ha portato solo cose belle. Ringrazio l’ideatore e direttore artistico Felice Laudadio e il suo gruppo di lavoro, l’Apulia Film Commission e tutta l’organizzazione per la passione e l’impegno con cui assicurano a Bari e alla Puglia intera la qualità di questo festival straordinario".

Bifest 2021 6

"Il Bif&st è uno dei più importanti eventi dedicati al cinema del nostro Paese - ha ribadito Massimo Bray - con una sua precisa identità culturale, evidenziata in questa ultima edizione dal presentarsi come un festival di cinema nei teatri".

Bifest 2021 11

"Petruzzelli, Piccinni, Margherita e il restituito Kursaal Santalucia, il “Miglio dei Teatri” di Bari - ha proseguito Bray - saranno infatti i luoghi straordinari in cui il Bif&st potrà continuare a essere un laboratorio di idee, di confronto sul cinema, sulla memoria e sulle sfide della contemporaneità. Una manifestazione in cui la Regione, attraverso Apulia Film Commission, ha dimostrato di credere molto anche in un anno non facile come questo".

Bifest 2021 5

"Perché il Bif&st ha dimostrato nel tempo di essere una perfetta fusione fra ricerca culturale e promozione del territorio - ha precisato l'Assessore - un unicum che ha conferito lustro a livello nazionale e internazionale alla Regione Puglia e al suo capoluogo. Per questo un sincero ringraziamento va a Felice Laudadio e a tutte le donne e agli uomini del suo gruppo di lavoro che con passione e dedizione hanno reso possibile questa edizione.

(gelormini@gmail.com)

 

Commenti
    Tags:
    bif&st bifest pronti ripartire bari pugliaantonio decaromichele emilianofelice laudadiomiglio teatri forma
    i blog di affari
    Disseso verso il nuovo capitalismo terapeutico e dalle tendenze
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Covid, la vita pubblica in mano ai medici
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Draghi auspica stabilità. E lancia il patto sociale per la crescita duratura
    i più visti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.