A- A+
PugliaItalia
Caporalato: Stefàno (Sel), "Basta, non perdiamo altro tempo"

"La morte di Arcangelo De Marco fa molta rabbia, anche perché era ancora viva la speranza dei suoi cari e di tutti noi di poterlo riabbracciare. Arcangelo è l'ennesima vittima di una piaga sociale che dobbiamo estirpare al più presto. Non dobbiamo perdere altro tempo. Oggi il mio pensiero va alla sua famiglia". E' il commento del senatore Dario Stefàno alla notizia della morte presso l'ospedale di Potenza del bracciante 42enne di San Giorgio Jonico, dopo un mese di coma.

Stefàno Foggia
 

"Questa brutta notizia sia ora da stimolo per tutti a perseguire con maggiore determinazione la lotta allo sfruttamento del lavoro, in Puglia così come nelle altre zone del Paese, in agricoltura così come negli altri settori dove con troppa leggerezza si ricorre sempre più spesso a manodopera di basso prezzo e senza le necessarie tutele. Nelle sedi istituzionali, così come all'interno delle comunità come sta avvenendo con l'interessante iniziativa #schiavitùschiavoio".

"Purtroppo il caporalato è un fenomeno sistemico, annidato nel profondo in più territori e dunque serve, innanzitutto, un'attività di studio e di indagine. A tal proposito - continua Stefàno - ho ben accolto la notizia dell'avvio delle indagini da parte della Commissione infortuni sul lavoro sulla morte di Paola Clemente ma credo non sia sufficiente. Abbiamo bisogno di uno strumento di contrasto di misura uguale a quella del problema da affrontare. Ecco perchè sono sempre più convinto della necessità di istituire una commissione parlamentare d'inchiesta, così come ho proposto non più tardi di un mese fa in Senato".

"Il caporalato - conclude Stefàno - è una pratica antica, insopportabile e disumana che sporca la storia della nostra terra e rende difficile il lavoro e la vita di uomini e donne che nei campi si guadagnano da vivere. Abbiamo un compito difficile e per questo dobbiamo fare un grande gioco di squadra per restituire la dignità ai lavoratori e alle loro famiglie e poi, lo ripeto ancora una volta, non dobbiamo mai dimenticare che se vogliamo produzioni di qualità dobbiamo puntare innanzitutto sulla qualità del lavoro che le genera".

Tags:
caporalatostefànovittimapugliasel
i blog di affari
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
Tosare il cane d’estate: una pratica inutile e dannosa
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.