A- A+
PugliaItalia
lectorlinfabula2013c

“Tra i più e i meno. Divari, squilibri, disuguaglianze”. È questo il filo conduttore della IX edizione del Festival “Lectorinfabula. Parole in festival” che apre i battenti giovedì 12 settembre nel centro storico di Conversano, in provincia di Bari, per concludersi domenica 15 settembre.

Il festival, fondato sin dalla sua prima edizione sulla centralità della parola, ha l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, è ideato e organizzato dalla Fondazione “Giuseppe Di Vagno 1889-1912”, per la direzione artistica di Filippo Giannuzzi, con la partecipazione di: associazione “Presìdi del Libro”, “Lettera Internazionale”, CGIL Bari, Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari – Dipartimento di Scienze Politiche; con il patrocinio di: Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Provincia di Bari, Comune di Conversano, Comitato per le Celebrazioni del V Centanario de “Il Principe” di Macchiavelli, Camera di Commercio di Bari; con il sostegno di CIA, Associazione Ristoratori Piazza Castello Conversano. Sponsor della manifestazione: Banca di Credito Cooperativo di Conversano, Alenia Aermacchi. Media partner: Telenorba, Formiche, Puglia Events.

Ospite d’onore dell’edizione 2013, sarà la scrittrice marocchina, candidata al Nobel per la Pace nel 2009, El Khayat Rita, che venerdì 13, alle 19, nel chiostro di San Benedetto, sarà protagonista dell’incontro “Riforme e rivoluzioni”, condotto dalla giornalista Giovanna Casadio.

Si parte il 12, giovedì mattina, alle 10, con l’incontro a cura di Cgil Bari, “…Perché diversi” e a discuterne saranno Nina Daita, responsabile dell’Ufficio Politiche per la Disabilità Cgil nazionale, Pino Gesmundo, Segretario Genrale Cgil Bari Città Metropolitana, Davide Ceddia, attore, sceneggiatore e frontman della band pugliese Camillorè. Conduce, la giornalista Nica Ruggiero.

Conversano 300x225


Appuntamento di punta della prima giornata, è la lectio magistralis del filologo barese Luciano Canfora, dal titolo “Egalitè”, che sarà introdotta da Gianvito Mastroleo, presidente della Fondazione Di Vagno (chiostro dei Paolotti, ore 17).

Nella giornata inaugurale, alle 10, aprirà anche i battenti la mostra fotografica “In bloom” di Eleonora Calvelli, che rimarrà visitabile sino al 22 settembre, ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.

Più di 50 saranno gli incontri che si snoderanno tra i vicoli, le piazze e i luoghi storici di Conversano – dalla Pinacoteca al chiostro dei Paolotti, da piazzetta Sturzo al chiostro di San Benedetto, e ancora, la sala convegni del castello, l’auditorium San Giuseppe, il foyer del museo archeologico, la sala consiliare del municipio -, nei 4 giorni della rassegna, da mattina a sera, con confronti tra storici, giornalisti, scrittori, economisti, politici, sociologi.

70 gli ospiti, nazionali e internazionali, tra i quali, Luciano Canfora, Franco Cassano, Franco Gallo, don Virginio Colmegna, Eric Jozsef, Damir Grubisa, Yvan Sagnet, Valdo Spini, Franco Salvatori, Michael Braun, Guglielmo Scilla, Massimo Cirri, Cesare Moreno, Nicola Latorre, Antonio Uricchio, Giovanni Solimene, Franco Salvatori, Gianfranco Viesti, Francesco Erbani, Roberto Ippolito, Dario Vergassola, Lino Patruno, Cesare Moreno, Giuseppe De Tomaso, Enzo Verrengia,  Alessandro Leogrande, Marica Di Pierri, Maria Rosaria Marella.

25 saranno le presentazioni di libri, 4 gli appuntamenti musicali e 7 i laboratori e workshop, tra i quali spiccano quelli dedicati ai bambini e ai ragazzi, . Protagonista di rilievo sarà anche il mondo della scuola e dell’Università.

E le parole diventeranno arte con la performance che andrà in scena dal 12 al 14 settembre. Si tratta dell’installazione “Zang tumb tumb” che riporta una doppia citazione: l'opera di Marinetti, Parole in Libertà, e un progetto dell'ISIA di Urbino presentato durante la Fiera della Parola (concept e progetto grafico: Gianvito Fanelli e Fabrizia Rutigliano, allestimento urbano: Annalisa Simone e Daniela Caricati). "Zang Tumb Tumb" interpreta il tema del linguaggio come identità, frantumandolo per ricombinarne gli elementi costituitivi, le parole, in un gioco che è un esperimento sul tema delle diseguaglianze.

Le parole utilizzate verranno estratte dal testo del sociologo Zygmunt Bauman "La Ricchezza di Pochi avvantaggia tutti? Falso!" (Laterza ed.) e dagli altri libri presenti al festival, attraverso un algoritmo di analisi semantica del linguaggio naturale. Una lavagna, tante parole, infinite combinazioni! Ognuno potrà ricomporre le sue parole in libertà.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
conversanolibrifestivallector in fabula
i blog di affari
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca
Super Green Pass, il trionfo del folle progetto di discriminazione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.