A- A+
PugliaItalia
Decaro e il nuovo esecutivo Lungo pellegrinaggio ministeriale

di Antonio V. Gelormini

L'esordio col caschetto da cantiere era stato chiaro e incisivo: "Questa giunta nasce all'insegna di una parola ben precisa: concretezza. Agli squilli delle promesse, magari a lungo termine, noi preferiremo sempre il lavoro quotidiano sottaciuto. I miei Assessori li voglio per strada, tra la gente, a contatto diretto e immediato con i problemi di tutti i giorni".

Antonio Decaro, sindaco di Bari ormai a tempo pieno, lascia ai margini delle polemiche le vicende fastidiose relative alla ncompatibilità di cariche e funzioni del suo neo-vicesindaco Angela Partipilo, Segretario Generale della Camera di Commercio di Bari (a tal proposito si sta leggendo di tutto in questi giorni, anche di un conflitto d'interessi con la Fiera del Levante: come se il Comune non fosse anch'esso socio-proprietario e di riferimento dell'Ente fieristico), e avvia una sorta di pellegrinaggio ministeriale per provare ad incassare - a breve - gli impegni raccolti durante la campagna elettorale dai colleghi parlamentari e ministri, che lo hanno sostenuto.

partipilo angela
 

L'uno-due dell'approccio iniziale ha visto prima Decaro a Roma, insieme all’assessore alle Culture, Silvio Maselli, per incontrare il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, e affrontare le questioni riguardanti la ristrutturazione del Teatro Margherita e dell’ex Mercato del pesce, nonché del futuro del Teatro Petruzzelli e dell'omnima Fondazione.

decaro franceschini
 

“Il Teatro Margherita, insieme all'Ex Mercato del pesce, diventeranno un laboratorio mediterraneo del teatro, della danza e delle arti sceniche e visive - hanno comunicato Decaro e Maselli - una casa da offrire alle realtà produttive cittadine in cui convergano multidisciplinarietà, innovazione e sperimentazione delle arti contemporanee. Abbiamo chiesto al Ministro di verificare la definizione delle procedure di permuta degli immobili e la possibilità di finanziare con dieci milioni di euro  gli interventi di riqualificazione degli spazi interni”.

Per il Teatro Petruzzelli e il suo piano di risanamento, nell'occasione, il ministro ha dato garanzia della disponibilità delle risorse di competenza statale. "Abbiamo comunicato al Ministro - ha aggiunto Decaro - che è nostra intenzione modificare lo statuto della Fondazione Petruzzelli per far si che non sia io, il futuro presidente della Fondazione, ma una personalità di valore".

madia marianna
 

A seguire, il neo-sindaco di Bari ha incontrato la Ministra della Funzione Pubblica, Marianna Madia. Durante l'incontro le ha sottoposto la vicenda che stanno vivendo diversi Atenei italiani, tra cui quello barese, relativa alle verifiche effettuate dal Ministero Economia e Finanze in ordine al trattamento del salario accessorio dei dipendenti universitari.

A fine incontro Decaro ha dichiarato: “Alla Ministra ho chiesto di intervenire sulla normativa affinché anche  le Università possano avere le stesse opportunità già previste per gli Enti Locali dal decreto legge 6 marzo 2014 n.16 rispetto al caso di accertato superamento dei vincoli finanziari imposti dalle norme sul contenimento della spesa del personale. La Ministra si è resa disponibili e ci ha assicurato che porrà la questione al momento in cui si dovrà convertire in legge il decreto sulla Pubblica amministrazione.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
decaromaselligiuntapellegrinaggiofranceschinimadia
i blog di affari
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.