A- A+
PugliaItalia
Deceduto Vncenzo Matarrese Introna: il saluto-ricordo

Addio a Vincenzo Matarrese, imprenditore e storico presidente del Bari Calcio, dal 1983 al 2011. Matarrese è morto dopo una lunga malattia circondato dalla sua famiglia. Aveva festeggiato il 79esimo compleanno a fine maggio ed era rientrato a Bari dopo alcune settimane di cure in un ospedale romano.

Amato e odiato della piazza sportiva, è stato un presidente tifoso e passionale. Ha regalato ai tifosi biancorossi calciatori di primo piano come Edy Bivi, Pietro Maiellaro, David Platt, ha cresciuto il ribelle Antonio Cassano, ha gioito per i gol di Protti e Tovalieri come di Messina-Galluzzo. Ha visto esplodere a Bari Bonucci e Ranocchia, poi in Nazionale.

Introna BiolFish
 

Sono stati suoi allenatori Maciste Bolchi, Lazaroni, Zibì Boniek, Marco Tardelli, Antonio Conte e Giampiero Ventura, gli ultimi due approdati alla panchina azzurra. Nel 2011 aveva lasciato ogni incarico. Sotto la sua gestione i biancorossi hanno disputato ben dieci tornei di serie A.

"Ho appreso con sincero dolore la notizia della scomparsa di Vincenzo Matarrese" ha dichiarato in una nota diffusa Onofrio Introna, "un galantuomo, un imprenditore serio, un grande tifoso. La comunità sportiva deve tributargli un ringraziamento per la lunghissima militanza ai vertici di una società calcistica importante, per l’impegno e la passione con cui ha esercitato un ruolo di responsabilità. E, soprattutto, molti dovrebbero chiedergli scusa, per avergli voltato le spalle.

Loizzo1
 

Anche il presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, ha usato espressioni di st5ima: "Vincenzo Matarrese: ricordo un uomo buono e operoso. Esprimo un profondo cordoglio personale".

decaro 50
 

In altra nota il cordoglio del sindaco di Bari Antonio Decaro per la scomparsa di Vincenzo Matarrese: “Non solo la famiglia Matarrese ma l’intera città perde oggi una persona importante. A nome di tutti i baresi voglio porgere l’ultimo saluto a un uomo e un esponente di spicco dell’imprenditoria che ha vissuto a pieno la sua vita mettendo a disposizione della città la sua impresa, il suo lavoro e il suo tempo”.

 

stornaiolo
 

Puntuale il ricordo affettuoso di Antonio Stornaiolo, protagonista - con Emilio Solfrizzi - di una delle gag più esilaranti proprio sui Matarrese: "Ho sempre apprezzato di Don Vincenzo la sua semplicità. Ai tempi di Toti e Tata fu "sportivissimo" nell'accettare la macchietta che facevamo dei due fratelli. Credo abbia dedicato la sua vita alla famiglia, al lavoro ed al calcio. E tanto basta a renderlo speciale".

Il funerale si terrà mercoledì 15 giugno in Cattedrale.. 

 

Cordoglio e tristezza per la morte di Vincenzo Matarrese nella dichiarazione del presidente del gruppo dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo: “La scomparsa di Vincenzo Matarrese lascia un vuoto non solo fra i tifosi baresi, che lo hanno amato e a volte anche contestato, ma sempre riconoscendogli un profondo attaccamento alla squadra che ha tenuto in serie A per dieci anni, ma anche in tutti coloro che hanno apprezzato lo sforzo imprenditoriale di credere nei colori ‘biancorosso’ di una città che lo aveva adottato".

zullo ignazio3
 

"Per anni ‘la Bari’ e la famiglia Matarrese - aggiunge Zullo - hanno rappresentato un binomio indissolubile. Erano gli anni in cui il calcio non era solo business, ma anche passione. E Vincenzo in questo ha interpretato il ruolo di presidente con una genuinità oggi difficile da riscontrare in chi concepisce il Calcio come un trampolino di lancio per altre attività economiche. Come Conservatori e Riformisti ci stringiamo alla sua famigli e partecipiamo al loro dolore”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
vincenzo matarrese barivincenzo matarrese onofrio intronavincenzo matarrese deceduto
i blog di affari
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.