A- A+
PugliaItalia
Emiliano e la Sagra: chiusura a Barletta "L'unica cambiale è con gli elettori"

Ha voluto chiudere nella "Città della Disfida", a Barletta, da dove la programmazione del tour "la Sagra del Programma" di Michele Emiliano aveva immaginato poter lanciare il guanto simbolico allo sfidante alla corsa per la presidenza della Regione Puglia. Ma nel frattempo la compagine avversaria - attraversata da altrettanti venti di sfida tutti interni alla coalizione di centrodestra - sembra essersi sciolta, prima ancora di affrontare l'impresa, in una corsa solitaria verso il miglior risultato possibile: con lo sguardo già "Oltre" l'appuntamento elettorale di fine maggio.

Emiliano poster
 

“Grazie a voi non ho bisogno di firmare nessuna cambiale", è stato il sigillo finale posto a fine giornata e fine tour da Emiliano. "L’unica cambiale che ho firmato è quella con la sagra del programma, di cui voi siete i custodi e i garanti. Le idee che abbiamo raccolto in questo lungo percorso partecipativo non sono fatte solo di competenze e buone intuizioni, ma sono frutto di un sentimento comune che oggi diventa programma di governo”.

“Oggi raccogliamo i frutti di un lavoro straordinario - ha poi aggiunto -. Non esistono contenitori sterili, non esistono luoghi che non vadano presidiati, che non abbiano bisogno della democrazia partecipativa e del controllo collettivo. La partecipazione non serve solo a sorvegliare il gruppo,  ma fare in modo che le promesse vengano rispettate”.

sagra barletta 2
 

“Questo è solo l'inizio. Il programma che migliaia di pugliesi hanno scritto verrà presentato ai partiti del centrosinistra. Succederà esattamente il contrario di quello che è sempre accaduto: i contenuti e gli obiettivi di governo non verranno calati dall'alto, ma i partiti esamineranno e integreranno quanto scritto dai cittadini”

Gli stessi pugliesi che, tra una settimana, nel corso di un evento deliberativo, decideranno le priorità da realizzare. Anche per questo, Emiliano ha ribadito che "Il progetto di governo delineato dal basso è autentico, connotato da autonomia e indipendenza".

maria elena boschi 01
 

Anche a Barletta in tanti hanno partecipato alla Sagra, sedendosi attorno ai venti tavoli tematici allestiti all’interno del ristorante il Brigantino. Dal turismo alla cultura, dalle Infrastrutture all'Ambiente: sono stati tanti e diversi i settori attorno ai quali cittadini e volontari si sono confrontati, mettendo nero su bianco le proposte e i propri contributi. Il report della giornata di oggi è già on line ed è consultabile sul sito www.michelemiliano.it  

Nel prossimo weekend la delibera collettiva delle linee programmatiche, alla presenza del ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, durante il quale saranno definite le priorità programmatiche. 

IMG 5844
 

"Anche in questo caso si tratta di un esperimento innovativo e inedito", ha precisato il Sindaco di Puglia, “Il metodo utilizzato dalle Sagre del Programma ha funzionato al punto che intendiamo trasformare questa esperienza in una legge regionale sulla partecipazione per costruire uno strumento che soddisfi una nostra esigenza primaria, quella di riappropriarci del nostro destino. Non solo in campagna elettorale, ma tutti i giorni”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
baraemilianosagraprogrammacambialeelettori
Loading...
i blog di affari
Lotta contro il razzismo, l'ennesimo strumento di controllo del tecnocapitale
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Riminaldi incontra il Guercino e i giganti del Barocco
Gian Maria Mairo
PROGETTI PER CARCERI, GIUSTIZIA, VOLONTARIATO, CINEMA, DONATORI SANGUE
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.