A- A+
PugliaItalia
Emiliano: 'Pragmatismo pugliese in Europa e l'Ilva non faccia più danni. O chiude!'

di Antonio V. Gelormini e Angelo Maria Perrino

"Parlare di meno e fare di più", questo è il pragmatismo pugliese che Michele Emiliano si prepara a far suo se dovesse raccogliere il frutto di una lunghissima campagna elettorale, per la successione a Nichi Vendola alla presidenza della Regione Puglia.

Portare il pragmatismo pugliese in Europa e farne richiamo d'attenzione per il mondo intero. Ambiente, turismo, tecnologia, innovazione, agroalimentare, tradizione e spirito intraprendente i punti di forza di un programma che vuole ridare forza e spinta al cambiamento nella continuità di un'esperienza politica ricca e significativa, a cui il Partito Democratico non ha mai fatto mancare il supporto e la condivisione di oneri e onori.

"Continuità nell'innovazione - sottolinea l'ex sindaco di Bari - privilegiando i diritti delle persone  e i temi dell'Ambiente. Coinvolgendo tutti i pugliesi, e lavorando al benessere diffuso e a loro 'longevità'. Per questo, a proposito di Taranto, ribadisco che se l'Ilva non smette di ammazzare le persone, chiude!"

Michele Emiliano con Affaritaliani.it  fa anche il punto sulla marcia d'avvicinamento alla scadneza elettorale di maggio, per il rinnovo del Consiglio Regionale pugliese, che vedrà ridotta la sua rappresentanza da 70 a 50 consiglieri, e sulla crisi del centrodestra che ad oggi non ha ancora espresso il candidato ufficiale alla presidenza della Regione.

"Vogliamo andare oltre il grande lavoro dei dieci anni a guida Vendola - precisa Emiliano - la cui attività ammnistrativa ha conosciuto, diciamo, distrazioni quando hanno cominciato a farsi sentire gli effetti della sconfitta politica a livello nazionale di Sel. Il cumulo della presidenza della Regione Puglia con la Segreteria del partito non ha fatto bene alla Puglia. Non solo per questo, ma anche perchè lo Statuto del Partito Democratico lo prevede espressamente, in caso di elezione a presidente della Regione Puglia un attimo dopo non sarò più Segretario regionale del PD".

"Resta l'auspicio che il processo interno a Sel assuma i caratteri del riscatto e Vendola e i suoi possano perseguire l'approccio e consolidare attorno a sè la rappresentanza della Sinistra nello schieramento nazionale del Partito Democratico".

L'esperienza come Assessore alla Legalità e Sicurezza nel Comune di SanSevero e l'elezione del suo Sindaco, Francesco Miglio, a Presidente della Provincia di Foggia, nonchè la vicinanza in Capitanata a un territorio difficile, attraversato da tensioni e da instabilità diffuse, è stata una mossa vincente e lungimirante. Quella del Tavoliereve e del Gargano è stata l'unica area che nell'ultima tornata elettorale - che ha visto il Partito Democratico salire a circa il 40% - ha fatto invece registrare, in quel contesto, deludenti risultati in preoccupante controtendenza.

Sia da questa esperienza, che dalle ragioni alla base del cardine del suo programma "Il sindaco di Puglia" (immediatamente fatto proprio dallo stesso Matteo Renzi, che da quelche tempo dice di voler essere "Il sindaco d'Italia") emerge con forza la considerazione sul'ineludibilità del fronte largo di interlocutori e di alleanze. "Non sono un renziano - dice Emiliano - perchè non si essere etichettati col cognome altrui. Ma non ho difficoltà a ripetere che molte delle cose che sta facendo Renzi le avrei fatte anch'io. E lo stesso dialogo con Forza Italia, certo, non è piacere, ma una necessità"

Gli piacerebbe interloquire di più con i grillini, ma il "Movimento 5 Stelle" continua "a indicare solo una visione senza avere una prassi politica". E certamente è difficilissimo portare avanti una campagna elettorale senza avversario, dato che il Centrodestra continua ad essere alle prese con la mancanza di coraggio decisionale e il contestuale conflitto interno sulle Primarie.

"I fatti del partito in Liguria non confortano certo, per cui nonostante non possa non constatare la crescente attenzione su di me e il diffondersi di un sentimento largo di vittoria presunta, resto in guardia e continuo la ricerca di alleanze  e coinvolgimento in ogni angolo di Puglia". Cinque mesi, ancora, non sono pochi e tenere alto l'impegno di tutti non sarà facile. Però: "Ho sempre vinto le battaglie impossibili, o meglio, in apparenza impossibili", chiosa mentre lo reclamano nel Foyer del Petruzzelli per una premiazione di sclaresche: "Per questo diffido del risultato scontato e resto pancia a terra!"

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
emilanovendolaregionaliperrinoinervistailvaeuropapresidente
Loading...
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Lega partito rivoluzionario? No, l’ennesimo difensore dell’ordine dominante
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lega, Salvini teme il voto all’estero: “Troppi brogli”
Giorgia Meloni sul caso Renzi: "Il Copasir si deve occupare di queste cose"
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.