A- A+
PugliaItalia
FAI - Giornate Primavera: la mostra di Corrado Veneziano da Bari a Amboise

Corrado Veneziano 

Corrado Veneziano

Sono un artista visivo, con esperienze maturate come regista teatrale (spesso con la Biennale di Venezia) e regista televisivo (più volte con la Rai). Mi occupo però soprattutto di arte figurativa, realizzata sempre con tele e tecnica a olio. Il mio lavoro pittorico, negli ultimi anni, si è sempre impegnato a reinterpretare, con uno “sguardo altro”, ciò che mi circonda: il già visto, il consueto, il quotidiano. Il tutto però, come già dicevo, con una lettura alterata e (spero) originale. Negli ultimissimi tempi, in particolare, ho lavorato sui “Non Luoghi” (dipingendo in chiave poetica asfalti, marciapiedi, vetrate), sui codici algoritmici (codici a barre, QR code), sui marchi commerciali (icone, simboli, loghi) in un gioco di irriconoscibilità, approfondimento, attrazione. Ho un curriculum arricchito da ottime presentazioni, con i migliori critici e studiosi internazionali. Ho esposto a Roma, a cura di Achille Bonito Oliva; a Bruxelles (nell'Istituto Italiano di Cultura), con una presentazione di Derrick De Kerckhove e Marc Augé; a Parigi (nella galleria comunale ’Espace en Cours), a cura di Julie Heintz; a San Pietroburgo (nella galleria Nevsky 8), a cura di Francesco Attolini.

Veneziano7

Nel 2015, la RAI mi ha commissionato il logo del  "Prix Italia", il Premio Internazionale per la Produzione Televisiva, la Radio e il Web.

Nel 2017 - dal 1 settembre al 10 ottobre - sono stato infine ospite del governo cinese. La mostra personale (42 opere su tele di grandi dimensioni) è stata ospitata dalla Galleria nazionale di Arte contemporanea  di Lanzhou, in Cina, dal direttore della medesima Galleria Nazionale, Wu Weidong.

Leonardo atlantico

Da oltre un anno lavoro pittoricamente su Leonardo da Vinci, e in particolare sul suo Codice Atlantico.

Veneziano4

Quest'anno, nel 2019, ricorre, infatti, l'anniversario della sua morte.  Nelle mie opere pittoriche, sono partito da uno degli assunti più importanti e ripetuti di Leonardo da Vinci: il parallelismo tra "essere umano" e "universo": la perfetta corrispondenza tra i meccanismi del primo e il funzionamento del secondo; la simultanea "corresponsabilità" (un termine importante: etico ed estetico) tra i destini dell'uno e il destino dell'altro. Nella sua straordinaria e fruttuosa vita, Leonardo ha infatti lavorato soprattutto su un'immagine dell'uomo "immerso nell'universo". E il suo lavoro è una concatenazione di scoperte, prove, esperimenti, avventure tecniche e cognitive. Ho iniziato da queste due aree (l'Universo, la Pittura); ho studiato il suo testo più disorganico e complesso - "Il Codice Atlantico” - e ho prodotto 30 opere su tela, di formato medio (100 x 100cm) e grande (200 x 300cm). Le trenta opere (tutte in olio) riprendono alcune frasi (spesso da destra a sinistra, come nella stimolante abitudine leonardesca) e una serie di immagini disegnate da Leonardo nel suo "Codice Atlantico". Ancora una volta mi sono ritrovato a reinterpretare immagini e oggetti in parte giù visti, a cui tento di dare però una lettura più fantastica e poetica.

Veneziano Amboise

Il blu è la figura fondante delle opere (quasi un tappeto protettivo e ospitale). Una molteplicità di punti dorati - le stelle - segna il cielo diventando fiocchi (o fiori, punti, comete). E i disegni del Codice Atlantico vengono letti nella loro più alta modernità. Questi sono bulloni, ruote, pilastri, archi, attrezzi da fabbro e strumenti di officina; sono ponti, missili, macchine volanti, paracadute, ali, macchine per il moto perpetuo. Infine, sono parole scritte come note musicali o stelle, numeri di operazioni matematiche, formule algebriche da esaminare. Tutti i segni (alfabetici, simbolici, numerali, alchemici), si stagliano su un tappeto bluastro diventando oggetti astratti e metafisici: mongolfiere? missili aerospaziali? ali meccaniche che sfidano il vento? Tutte le immagini, affascinanti e fantastiche, in ogni caso, testimoniano il continuo lavoro dell'uomo sulla terra; la ostinazione e la forza nella ricerca e nel perfezionamento; il desiderio di superare le recinzioni tra tecnica, scienza e arte; il desiderio lucido - la "libertà" - nel sentirsi creatore e produttore, ingranaggio, motore e arbitro di un ciclo inesauribile che nessuna stasi può rallentare e fermare.

Veneziano3

Sono stato invitato - unico artista figurativo al mondo - dalla Francia per le celebrazioni del 500° anniversario della morte di Leonardo nella città francese di Amboise, dove Leonardo ha vissuto gli ultimi anni ed è stato sepolto. Ho già programmato la mia mostra in molte altre città europee ed estere (per esempio nella Pinacoteca di Brera a Milano, nella Galleria Nazionale di Lanzhou, a Suwa in Giappone, nella nuova galleria Art Square Gallery a San Pietroburgo, nel Festival della Scienza di Genova, nel Convegno internazionale annuale della Nasa, a Washington) e inaugurerò - in anteprima - questo mio Tour a Bari, per ‘Le Giornate FAI di Primavera’.  Credo che il lavoro di Leonardo sia tra i primi a immaginare (e a studiare scientificamente) la piena contiguità tra dimensione umana, ambientale, cosmica. Se c'è un vecchio simpatizzante del Fai della storia europea di 500 anni fa, quel precursore è forse proprio Leonardo da Vinci.

Un caro riconoscente augurio,

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    fai giornate primavera banca italiagioacchino lonettipietro marinocorrado venezianomostra bari amboiseleonardo da vinciquadri
    i blog di affari
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Pancani: “Draghi al Quirinale? Una garanzia per l’Europa”
    Cgil comica, difende il lavoro ma accetta l'infame tessera verde
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    i più visti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.