A- A+
PugliaItalia
Festa di Scorrano Blasi (Pd) declina l'invito

di Antonio V. Gelormini

La capitale mondiale delle luminarie è nella bufera. Appena il tempo di celebrare l'ennesima creazione del leader del settore, Luminarie De Cagna: "Il sacrificio", che insieme agli allestimenti artistici della festa di Scorrano (Le) si accendono le polemiche sulla scelta inopportuna di cedere alle richieste e alle pressioni dei contribuenti o sponsor della festa stessa.

Tra la sorpresa generale e nel bel mezzo della scia di reazioni prodotta dai fatti di Oppido Mamertina (per il cosiddetto 'inchino' della Madonna verso l'abitazione del boss locale), si è vista campeggiare su uno degli archi di luminarie il logo del progetto del Gasdotto (Trans Adriatic Pipeline - TAP) che tante polemiche sta provocando nell'opinione pubblica salentina.

Molto dura la reazione del consigliere regionale Sergio Blasi, ex Segretario del Pd pugliese e tra i fondatori dell'appuntamento più seguito del Salento, "La notte della taranta": “Dopo una riflessione non facile, ho deciso di non accettare l’invito rivoltomi, come ogni anno, dal comitato organizzatore della Festa di Santa Domenica di Scorrano, a presenziare ai festeggiamenti. Lo faccio per rispetto alla devozione autentica di tante e tanti scorranesi e per protesta nei confronti di una scelta fatta dallo stesso comitato: quella di accettare la sponsorizzazione di Tap e l’inserimento del logo dell’azienda nell’apparato luminoso che serve per inneggiare alla Santa".

blasi5
 

 
"Nel 2004 alla Notte della Taranta - prodegue Blasi - Giovanni Lindo Ferretti, innamoratosi del Salento e delle sue tradizioni popolari, invitò questo territorio a Non svendere la propria primogenitura per un piatto di lenticchie. Mi spiace dirlo ma questo è quello che è successo a Scorrano quest’anno. Mi chiedo come sia stato possibile immaginare di mettere la sapienza artigiana dei paratori e dei villàri di Scorrano al servizio delle esigenze di marketing di Tap, che intende realizzare un’opera che impatta in maniera pesante con il territorio. Mi chiedo come mai non si sia percepito da subito, da parte di chi doveva, il cattivo gusto di questo innesto".
 
 

DeCagna Sacrificio1
 

E poi sottolinea: "Quella contro l’approdo di Tap sulla spiaggia di San Basilio è una battaglia che tutto il territorio deve combattere unito, a maggior ragione quelle organizzazioni che si propongono, con tanto impegno, di perpetuare la bellezza del Salento. Belle sono le luminarie di Scorrano, belle sono le spiagge di Melendugno e vanno difese entrambe da chi intende sfruttarle per logiche che nulla hanno a che vedere con il bene comune. Per questo non me la sento di andare a vedere quell’insulto all’intelligenza, preferisco appellarmi a Santa Domenica, che liberò Scorrano dalla peste nel ‘500, affinché liberi il Salento da chi ci considera gente con l’anello al naso”.

Guglielmo Minervini, assesore regionale alle Politiche Giovanili, in mattinata aveva commentato i fatti di Calabria con la chiosa finale ad una riflessione piùarticolata, ricordando che: "La fede è strumento o di liberazione o di sottomissione". Il braccio di ferro in atto è racchiuso in questa contesa: tra chi predica una liberazione e chi si danna per perpetuare la sottomissione. Per questo, diamo spazio alla notizia ma non alle foto relative. L'obiettivo, in fondo, è far passare un messaggio attraverso un'immagine. Un gioco che non ci piace!

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
blasiscorranoluminarietapgasdottopdinvito
i blog di affari
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.