A- A+
PugliaItalia
Foggia, spara e uccide presunto ladro di notte

Non era una volpe, tantomeno un cinghiale a insidiare l’allevamento di polli di Michele Marchese, 52enne di Castelluccio Valmaggiore nel foggiano – località “Case Rotte” nell’agro tra Troia e Faeto.

spara polli
 

Lui allarmato dai rumori e dai ripetuti tentativi di furto – da tempo perpetrati ai suoi danni e alla sua azienda agricola – ha sparato col suo fucile da caccia, regolarmente detenuto e denunciato.

spara polli3
 

Dal successivo vocio concitato e confuso, nel buio della campagna dauna, ha avuto la conferma che si trattasse di ladri e per l’ennesima volta ha chiamato i Carabinieri, per denunciare l’accaduto.

All’arrivo dei militari la scoperta di una vittima, Antonio Diciomma, 67enne di Cerignola (Fg) colpito da una fucilata alla schiena, nonché una quantità di tracce tali, da far ritenere che i ladri fossero più di uno (forse quattro).

Pare che Antonio Diciomma calzasse guanti e passamontagna e dagli archivi giudiziari risulterebbe recidivo a reati contro il patrimonio.

Le indagini sono tutt’ora in corso.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
foggiatroiasparaladripollicarabinieri
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.