A- A+
PugliaItalia
Fondazione Petruzzelli e dimissioni Carofiglio: le reazione politiche
Reazioni diametralmente opposte arrivano dai commenti politici all'annuncio delle dimissioni del presidente della Fondazione Petruzzelli, Gianrico Carofiglio.
 
“Non c’è che dire: quella della presidenza della Fondazione Petruzzelli oggi è una poltrona che scotta per la sinistra barese dopo anni di razzie come fosse stata roba loro", dichiara in una nota Luigi d’Ambrosio Lettieri (CoR).
dambrosio lettieri interna 2
 
 
"Le dimissioni di Gianrico Carofiglio dalla presidenza della Fondazione Petruzzelli - aggiunge Lettieri - non arrivano certo come un fulmine a ciel sereno e sono la ciliegina sulla torta del disastro morale, culturale, politico ed economico in cui si sono particolarmente distinte le due anime della sinistra nostrana. L’antirenziano Michele Emiliano oggi presidente della Regione, ieri sindaco di Bari e in tale veste anche ex presidente della Fondazione negli anni d’oro delle assunzioni a chiamata diretta, da una parte. E, dall’altra, il renziano Antonio Decaro, attuale sindaco di Bari che, a quanto pare, assumerà solo per poche ore la presidenza della Fondazione che cede molto volentieri a un tecnico. Quello che dovrà affrontare, al posto loro, le conseguenze dei disastri di un Teatro usato e abusato alla stregua di un bancomat elettorale. Come se non vi fosse un sovrintendente".
 
"Paradossalmente, è proprio Carofiglio - sottolinea d'Ambrosio Lettieri - chiedendo alla politica e, in sostanza, a Decaro ed Emiliano di assumersi le loro responsabilità - adesso che la patata bollente delle assunzioni preannuncia un settembre nero e la magistratura ha acceso i fari - a scoperchiare la pentola in cui bollono non solo licenziamenti e vertenze del Petruzzelli, ma l’intera politica culturale della città. Senza capo né coda, senza una visione, legata mani e piedi alle catene del clientelismo".
 
Petruzzelli night5
 
"Sulla vicenda delle assunzioni senza concorso pubblico al Petruzzelli e che oggi potrebbero mettere in ginocchio il Teatro barese, anzi già lo stanno facendo, abbiamo detto tutto, da tempo. In tutte le sedi", ricorda Lettieri: "Già nel 2008 accendevamo i riflettori sull’uso improprio del Teatro e sulla presunta Parentopoli, chiedendo al ministro Fornero l’apertura di un tavolo interministeriale sul lavoro precario, scrivendo alla segretaria della Cgil, Camusso, interrogando i ministri dei Beni culturali e dell’Interno sui provvedimenti da adottare per il ripristino della legalità e, con un emendamento al ddl 2150, sostenendo deroga al blocco delle assunzioni, procedure concorsuali ad evidenza pubblica e previsione della relativa copertura finanziaria per l’adeguamento dell’organico".
 
"Adesso c’è anche il rischio - conclude - che si apra un altro fronte, a livello nazionale: quello relativo allo strumento giuridico della Fondazione e alla sua sussistenza, rispetto alle note vicende e alla situazione economica. E non è poco”.
Losacco Alberto
 
 
Di ben altro tono la riflessione di Alberto Losacco, deputato barese del Partito Democratico: "Quella del Petruzzelli solo un anno fa era la cenerentola delle Fondazioni lirico sinfoniche del nostro Paese, oggi è dotata di un progetto di risanamento che dovrà proseguire. Per questo dobbiamo esprimere il nostro ringraziamento a Gianrico Carofiglio, grazie a lui e di concerto con il lavoro del sovraintendete Biscardi, il Petruzzelli ha superato una fase buia, la sua presenza ha garantito la possibilità di affrontare un percorso senza strappi”.

“E’ ingiusto definire l’attuale situazione ‘caotica’, come ho letto in qualche commento – aggiunge ancora Losacco – anzi mi pare che il lavoro che si sta facendo al Petruzzelli possa addirittura diventare un modello che il Ministero potrebbe decidere di esportare anche in altre fondazioni e essere preso come punto di riferimento per stabilire i criteri di efficienza entro cui tutte le Fondazioni dovranno adeguarsi per non chiudere, così come è previsto nei recenti provvedimenti parlamentari delle scorse settimane”. 

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fondazione petruzzelli gianrico carofiglio dimissionigianrico carofiglio fondazione petruzzelli reazioni politiche dimissioniluigi d'ambrosio lettieri fondazione petruzzelli dimissioni carofiglio
i blog di affari
Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"
Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
CasaebottegaJalisse
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.