A- A+
PugliaItalia
FS, raddoppio Termoli-Lesina Come la tela di Penelope

A denunciarlo è il Presidente del Gruppo Movimento Schittulli-Area Popolare, Giannicola De Leonardis: “Il raddoppio della linea ferroviaria Termoli-Lesina, con il superamento di una strozzatura di 32 chilometri appena, che da decenni rappresenta un ostacolo insormontabile per modernizzare i collegamenti lungo la dorsale adriatica - marcando un crescente, vistoso e drammatico divario tra Nord e Sud del Paese - per colpa dell’atteggiamento irresponsabile della Regione Molise si è trasformato in una versione contemporanea della tela di Penelope".

de leonardis
 

"L’ex Ministro ai Trasporti e Infrastrutture Maurizio Lupi - ricorda De Leonardis - aveva impresso, durante il suo breve insediamento, una decisa accelerazione per la realizzazione di un’opera infrastrutturale di importanza strategica: ritenuta di interesse nazionale. Aveva anche manifestato la volontà di avocare al Governo la decisione finale, in caso di perdurante stallo nel confronto tra la Regione Puglia e la Regione Molise con i vertici di RFI"

Termoli Lesina
 

"A tal proposito - prosegue il consigliere foggiano - l’approvazione del progetto da parte del Cipe sembrava finalmente annunciare la schiarita tanto attesa e tanto auspicata. Invece, si continuano a registrare le sconsiderate prese di posizione di autorevoli esponenti dell’esecutivo molisano, che insistono per l’inserimento di una variante (per realizzare una galleria naturale e una artificiale), che avrebbe l’effetto di aumentare considerevolmente i costi dell’opera e di dilatare i tempi di realizzazione all’infinito, con relativo, fondato rischio di perdita dei finanziamenti disponibili".

"Da qui l’invito - conclude De Leonardis - alla luce del muro contro muro, che si vuole spacciare per dialogo, ai rappresentanti della Regione Puglia e del Governo nazionale: di uscire dallo stallo prodotto da chi non ha evidentemente alcun interesse e volontà che il progetto si realizzi, e all’interesse generale preferisce una visione miope e schiacciata su calcoli che non hanno nulla a che vedere con argomentazioni pretestuose. Dopo decenni di immobilismo, non possiamo più permetterci di arrenderci  e consegnarci all’arretratezza, prigionieri di un eterno presente incapace di diventare futuro”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ferroviefstermoli-lesinapenelopede leonardisraddoppio
i blog di affari
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.