A- A+
PugliaItalia
Gruppo Matarrese, fallimento della Finba Spa: mega esposizione debitoria

Gruppo Matarrese, fallimento della Finba Spa: mega esposizione debitoria

E’ una sorta di “Crepuscolo degli Dei” quello che sta travolgendo la famiglia Matarrese a Bari che vede confermato il “rischio insolvenza” e il conseguente fallimento della holding della famiglia di costruttori: la Finba Spa amministrata da Amato Matarrese.

Finba MatarreseFinba MatarreseGuarda la gallery

Il Tribunale fallimentare ha respinto la richiesta di omologazione dell’accordo di ristrutturazione del debito presentata dalla società, che per evitare il crac, aveva proposto la vendita di alcuni beni immobili con spostamento dei debiti sulla società controllata Imco.

Nella sentenza di fallimento si evidenzia come la Finba avesse un’esposizione debitoria di circa 2,9 milioni di euro per un decreto ingiuntivo del Tribunale di Bari del maggio 2021. Un’ulteriore esposizione debitoria verso le banche di 4,8 milioni, un attivo circolante di 857mila euro (contenuto nell’ultimo bilancio approvato, nel 2018) e debiti complessivi per 15,7 milioni.

Pertanto, il fallimento è stato dichiarato perché “Non vi sono elementi per ritenere che vi sia stato un significativo miglioramento del quadro economico-finanziario” e perché “risulta provato lo stato di insolvenza del debitore, tenuto conto dell’entità” dei debiti e “della persistenza dell’inadempimento”.

Tribunale BariTribunale BariGuarda la gallery

Il Tribunale ha nominato come curatori fallimentari Emanuele Virgintino e Antonio Quercia, l’adunanza dei creditori per l’esame dello stato passivo è stata fissata al 20 giugno dinanzi al giudice delegato, Carlotta Soria.

La Procura di Bari ha avviato un’indagine per bancarotta fraudolenta sul Gruppo Matarrese, per distrazione e dissipazione: dal 2016 a oggi avrebbe prodotto un crack da oltre 20 milioni di euro, a fronte di un’esposizione debitoria che ammonterebbe a circa 70 milioni.

Con una nota diffusa dal gruppo barese, si comunica che: “La Finba S.p.a., una delle holding della famiglia Matarrese, prendendo atto con rammarico del provvedimento emesso dal Tribunale di Bari, presenterà reclamo innanzi alla Corte di Appello, ritenendo che sussistano tutti gli elementi per l’accoglimento del proposto Accordo di ristrutturazione e che il suo mancato accoglimento possa produrre solo effetti negativi nei confronti dei creditori della Società”.

Matarrese7Matarrese7Guarda la gallery

A tal proposito, gli azionisti di riferimento delle holding della famiglia Matarrese fanno sapere: “Di prendere atto, con altrettanto rammarico, del provvedimento del Tribunale di Bari relativo alla FINBA S.p.a. - una delle holding - e si augurano che il preannunciato reclamo possa trovare accoglimento”.

“Allo stesso tempo, garantiranno l’impegno - tramite le altre holding, a supporto della storica attività di costruzioni pubbliche e private - che, tramite la Matarrese S.p.a., proseguirà con regolarità e senza alcun pregiudizio per le odierne vicende, a tutela del futuro dell’impresa, delle famiglie dei suoi collaboratori diretti e dell’indotto, oltre che dei suoi creditori”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
amato matarresegruppo matarrese fallimento finba esposiziozione debitoriatribunale





Error processing SSI file



Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.