A- A+
PugliaItalia
'I Rosoni di Puglia' presentati a Minervino di Lecce

Minervino di Lecce protagonista di un percorso di valorizzazione territoriale: "I Rosoni di Puglia" - Mercoledì 13 ottobre 2021 alle ore 18.15 - Chiesa Madre di San Michele Arcangelo.

LOCANDINA EVENTO 13 OTTOBRE

La pluralità della bellezza diffusa dei Rosoni di Puglia diventa un canto corale: Minervino di Lecce, insieme a 33 comuni pugliesi è stato inserito nel progetto della Compagnia degli Exsultanti avviato per sensibilizzare e per strutturare iter e dossier di richiesta per il riconoscimento dei Rosoni di Puglia quale Patrimonio Mondiale UNESCO.

"Riscoprire il piacere della meraviglia"

ETTORE CAROPPO E ANTONIO GELORMINI

Chiese, cattedrali, campanili disegnano i paesaggi architettonici di piccoli paesi e di grandi città. Epoche e stili differenti con un comune denominatore: la forza di comunicare i territori a cui appartengono.

Su chiese e cattedrali pugliesi un altro elemento identitario forte: i Rosoni, un patrimonio unico da valorizzare e promuovere.

Mercoledì, 13 ottobre 2021 alle ore 18.15, presso la Chiesa Madre di San Michele Arcangelo, il Comune di Minervino di Lecce presenta il progetto della Compagnia degli Exsultanti “I Rosoni di Puglia” - Patrimonio Mondiale UNESCO.

Dopo i saluti del parroco della Chiesa Madre di San Michele Arcangelo, don Antonio Cagnazzo, interverranno:

S.E. Mons. Donato Negro – Arcivescovo Diocesi di Otranto e Presidente CEP

Antonio V. Gelormini – Storico e Presidente Compagnia degli Exsultanti

Loredana Capone – Presidente del Consiglio Regionale della Puglia

Ettore Caroppo – Sindaco di Minervino di Lecce e Vicepresidente Anci Puglia

Modera: Tiziana Protopapa

FACCIATA. CHIESA MADRE MINERVINO

Il sindaco di Minervino di Lecce, Ettore Caroppo, ha tenuto a sottolineare in una nota, l’importanza di questo percorso di valorizzazione territoriale: “È un’opportunità che non possiamo e non dobbiamo perdere. Creare tutte le condizioni che porteranno alla richiesta del riconoscimento UNESCO, quali patrimonio dell’umanità del Rosone della Chiesa Madre di San Michele e di quei Rosoni che sono entrati a far parte della lista voluta dalla Compagnia degli Exsultanti, deve diventare una priorità Regionale. Non solo in termini di supporto tecnico/amministrativo ma anche in termini economici e pertanto prevedere delle risorse per salvaguardare gli stessi Rosoni".

Rosoni logo

"Non basta diventare un bene riconosciuto UNESCO, bisogna salvaguardare i nostri Rosoni dal degrado. Questi straordinari “merletti” in pietra leccese lavorati con sapiente maestrìa sono un patrimonio storico, architettonico e artistico che abbiamo la responsabilità di conservare, di raccontare e di trasmettere alle generazioni future in tutto il suo splendore. Ecco perché è importante la presenza della Presidente Loredana Capone da sempre attenta e sensibile a queste iniziative”.

(gelormini@gmail.com)

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    antonio gelorminicompagnia exsultanti salento soleto otranto galatina leucadonato negroettore caroppoloredana caponerosoni puglia
    i blog di affari
    Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
    Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
    LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
    Di Ernesto Vergani
    i più visti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.