A- A+
PugliaItalia
Il Diario fotografico di Michele Marolla

di Annamaria Selene Natalicchio

 

Si intitola “Diario - luoghi, persone, storie” la mostra delle fotografie di Michele Marolla al Museo Civico di Bari fino al 19 giugno 2017. Ingresso gratuito.

Marolla1
 

 

Quaranta foto di formato quadrato per un omaggio alla fotografia degli inizi, con uno scopo preciso: invitare il visitatore a sollevare lo sguardo dalla solitaria quotidianità mediatica in cui siamo ripiegati.

 

“Osservare quello che accade nella vita reale; cogliere sguardi, storie, momenti, che raccontano senza bisogno di parole. Lasciarsi emozionare dal mare, da una persona, da un tram, dal cielo, da un’opera d’arte. Vivere”, scrive l’autore, giornalista di lungo corso, nel catalogo della mostra, edito da Gelsorosso.

 

Un’antologica con un filo evidente che lega gli scatti: quello delle emozioni, dei momenti irripetibili fissati in una immagine a prescindere dai luoghi, che vanno dal nord del Belgio a Parigi, da Ostenda alla riviera romagnola e alla Puglia, ma non sono quasi mai indicati.

 

 

 

“Ho utilizzato tutti gli strumenti adatti a fermare l’istante, dallo smartphone alla macchina fotografica e per questo ci sono foto tecnicamente non impeccabili - ribadisce Marolla - ma ho voluto proporle ugualmente, perché testimoniano l’emozione di un momento, che è diversa da quella di chi la osserverà, perché l’immagine, come i libri, una volta scattata e pubblicata non è più di chi l’ha realizzata, ma di chi ne fruisce. Ognuno elabora a proprio modo quello che vede e lo trasforma in un’emozione diversa, personale, mai uguale a se stessa, mutevole anche a una seconda occhiata o angolazione”.

 

 

Tags:
michele marollaannamaria natalicchiodiario mostra fotografie museo civico bari scatti
i blog di affari
Green pass, così otteniamo diritti e libertà già garantiti dalla Costituzione
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.